Sabato 15 Agosto 2020
   
Text Size

Rifiuti, nulla di fatto: servono 80mila euro per gli operatori

WhatsApp Image 2020-07-13 at 08.53.59 (1)

Una intera giornata di presidio dinanzi al Municipio di Cassano delle Murge, ieri mattina, da parte dei 36 operatori ecologici che provvedono giornalmente alla raccolta e gestione dei rifiuti in paese.

Ma di fatto nulla si è sbloccato.

Servono circa 80 mila euro per soddisfare le richieste dei lavoratori, che chiedono il rispetto del contratto di lavoro ovvero il pagamento della premialità, da parte del Comune di Cassano, per aver raggiunto elevati livelli di raccolta differenziata, relativamente al 2017/2018.

Mentre i lavoratori protestavano pacificamente - sorvegliati a vista da due pattuglie dei Carabinieri e da una pattuglia dell'Istituto privato di vigilanza "Pelicanus" - la Sindaca Maria Pia Di Medio e l'Assessore all'Ambiente Carmelo Briano si sono riuniti con i tecnici del Comune ma alla fine nulla è emerso dall'incontro.

Se, infatti, per l'azienda "Teknoservice" i lavoratori "vanno ascoltati e premiati", per il Comune il discorso è diverso: l'Amministrazione Di Medio, cioè, fa capire che il nuovo contratto di lavoro ovvero il passaggio dalla Tradeco al nuovo gestore, di fatto azzera tutto e occorre ridiscutere le condizioni.

“I lavoratori - spiega Antonio De Leo, segretario della F.P.Cgil Bari - non hanno percepito la premialità nei tempi stabiliti dall’esercizio dell’appalto di igiene urbana, ponendo le maestranze  in uno stato d’incertezza e difficoltà. Tale negligenza, dunque, costituisce una grave violazione degli obblighi contrattuali e arreca un notevole danno ai lavoratori, quasi tutti monoreddito. I lavoratori, impegnati ogni giorno in un’attività complessa, non possono ulteriormente attendere perché hanno l’esigenza legittima di incassare la premialità economica. Insomma, un atto dovuto. Non permetteremo che, ancora una volta, i lavoratori siano l’anello debole del sistema politico-burocratico. Bisogna, in ogni modo, onorare gli impegni assunti e sottoscritti tra le parti (che sono a garanzia di tutti e poi vengono maldestramente reinterpretati), incuranti del danno che si fanno ai lavoratori. Non ci fermeremo.”

Terminato il "periodo di garanzia", nuove giornate di sciopero sono in procinto di partire per settembre se la situazione non si dovesse sbloccare. 

  

Commenti  

 
#4 Lesto 2020-07-15 08:47
Io posso anche contribuire con 20e. per dare un aiuto nel racimolare gli 80mila e.

Però, dico però, il paese tutto, periferia compresa, lo voglio vedere come la Svizzera, se no da me non vedete niente e me ne frego di tutto e tutti.
 
 
#3 Cittadino 2020-07-14 15:59
Sig Brunelli poteva benissimo non tagliare il mio commento non parlo certamente male di nessuno ho solo evidenziato una realtà di Cassano e che tutti sanno ed esprimono e poi ho lodato il vecchio gestore che a mio avviso Cassano era più pulito e lei non può censurare una libera espressione di un libero cittadino.

RISPONDE G. BRUNELLI

Quel che io o la Redazione possiamo o non possiamo lo decidiamo in base al Regolamento.
 
 
#2 Cittadino 2020-07-14 14:26
Innanzitutto non sono 36 +++

RISPONDE G. BRUNELLI

La mia fonte sono i sindacati ed i lavoratori stessi. Qual è la sua?
Per il resto, non tiri in ballo persone terse. Parli per sè stesso, se proprio deve.
 
 
#1 ... 2020-07-14 09:16
la faciloneria con la quale la nostra sindaca affronta questioni complesse. COntratto cambiato ok ma tu il precedente non lo hai rispettato. Ma ci sarebbero tante altre cose da dire su quanto non è stato rispettato a proposito di rifiuti. Visto che dopo 8 anni nessun cittadino ha avuto benefici dalla raccolta differenziata. Anzi no, mi correggo, qualcuno ne ha tratto eccome beneficio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.