Emiliano a Cassano: emergenza finita

emiliano e lionetti grande copy copy

Emergenza neve a Cassano: per il Governatore Michele Emiliano, in tour sulla Murgia innevata e ieri pomeriggio anche a Cassano (doveha incontrato l'ex Sindaco Vito Lionetti non il Commissario o uno dei due sub-commissari) "la situazione a Cassano è sotto controllo, al di là di chiacchiere e polemiche".

Per Emiliano, cioè, non ci sono più problemi in paese.

Dopo le polemiche che si sono scatenate sulla assurde dichiarazioni del Governatore (le strade di Cassano, infati, sono totalmente impraticabili se non con catene) e sulla strana vicinaza dell'oramai ex Sindaco Lionetti, Emiliano ha diffuso questa nota:

Ho appreso che alcuni esponenti dell'opposizione al centrosinistra a Cassano delle Murge si sono lamentati che io non abbia incontrato durante la mia visita il Commissario Francesco Cappetta.  Sono male informati perché con Francesco sono in permanente contatto telefonico visto che è lui in Prefettura a Bari a coordinare gli interventi di soccorso in tutta la Provincia di Bari.  Nel comando dei vigili ho chiamato il suo vice per incontrarlo e purtroppo mi ha risposto che era impegnato in un intervento di soccorso e ci siamo salutati per telefono dopo ampia relazione.
Ho poi incontrato presso il Comando l'ultimo sindaco di Cassano delle Murge Vito Lionetti che è passato a salutarmi e ad informarmi della situazione come era suo dovere. Sono stati il Commissario, il vice Commissario e i Vigili Urbani a rassicurarmi sulla situazione del Comune di Cassano. 
Del resto il giro tra i Comuni era finalizzato a incontrare gli amministratori per apprendere dalla loro viva voce la situazione e a verificarla di persona per quanto possibile.  

Le vergognose dichiarazioni di questi esponenti dell'opposizione che verranno querelati si commentano da sole. Inadatti a tutto, in particolare al governo di una città e dell'emergenza, scaricano il rancore della loro impotenza insultando la gente che sta facendo il suo dovere.

 

A stretto giro di email, la reazione del Consigliere regionale cassanese Ignazio Zullo:  "Per governare una grande regione come la Puglia serve equilibrio, senso di responsabilità e  capacità di ammettere propri errori. Quando invece si è pieni di sé è plastica la dimostrazione che si è  solo, come si dice dalle nostre parti, dei "vuoti a perdere".

Lo dico al presidente Emiliano che riferendosi alle numerosissime critiche mossegli dai miei concittadini di Cassano delle Murge li ha definiti vergognosi e da querelare. A querelarci, come rappresentanti delle Istituzioni, invece, dovrebbero essere i cittadini! Perché, e forse il presidente non lo ha capito, le critiche mosse ad Emiliano sono mosse dai cittadini alla politica in generale e partono da gente comune che ha vissuto e per certi versi continua a vivere in questi giorni situazioni tragiche per inefficienza delle istituzioni.

E non basta solo arrivare nei centri più colpiti aprendosi le strade con i mezzi e gli uomini che durante l’emergenza sono mancati. Non basta  arrivare nelle piazze dei Comuni, per farsi i selfie da postare su Facebook o su Twitter ed ergersi a salvatore della patria per placare la rabbia della gente.

Presidente Emiliano non ti consento di definire i cassanesi vergognosi! É gente che ha il coraggio di criticarti e hanno tutta la ragione e il diritto di farlo! Ma forse reagisci così con “noi” di Cassano perché è proprio da qui  che partirà  la Class Action contro te! Stai sereno! Affrontala serenamente perché si tratta di azione di giustizia che il decreto legislativo 198/2009 prevede. Agitarti e offendere serve solo a manifestare boria che non spaventa una orgogliosa Cassano".