Le giornate di chiusura della scuola non vanno recuperate

scuola

 

Non saranno recuperate le cinque giornate di chiusura delle scuole cassanesi, a seguito delle Ordinanze sindacali per il cattivo tempo.

Secondo chiari riferimenti normativi, infatti, resi noti dalle Direzioni Regionali, in caso di “forza maggiore” e dunque in presenza di una Ordinanza da parte del sindaco, quei giorni di chiusura non vanno computati nei 200 giorni con i quali l’Anno Scolastico viene considerato valido.

Scendendo sotto quel limite, cioè, per legge l’anno non è valido e dunque occorre svolgere 200 giorni di lezione ma se c’è un caso di assoluta imprevedibilità e dunque un provvedimento da parte del Sindaco, i giorni persi non entrano in quel computo.

Nei giorni scorsi, in molti si erano chiesti, infatti, se le cinque giornate di chiusura sarebbero state recuperate per le vacanze di Carnevale (previste per il 20 e 21 febbraio nonché il 22 solo per il Liceo) o Pasqua (dal 5 all’11 aprile) mentre ai due Licei già si parlava di sospensione delle Assemblee di classe o di Istituto.