SAGRA DELLA PECORA, OTTIMO AVVIO

sag.pecora

Ottimo avvio per la prima edizione della "Sagra della pecora alla r'zzol" organizzata dalla Pro Loco "La Murgianella" di Cassano.

In migliaia si sono ritrovati in Piazza Madre Clelia Merloni, nonostante una serata freddina, per assaggiare un antichissmo piatto della cultura gastronomica della Murgia. Anche i più scettici, che con grande ignoranza - nonostante, magari, abbiano scritto qualche libro o qualche articolo sulla nostra Cassano, evidentemente non conoscendone usi e tradizioni - si sono dovuti ricredere dinanzi alla bontà della carne servita assieme alle note di Roberto Pambianchi e del suo Lucio Battisti.

Moltissimi i forestieri, provenienti da tutto l'entroterra barese e dalla città: gente che aveva assaggiato la pecora in qualche agriturismo di Altamura ma mai in questo modo, così come la Pro Loco l'ha proposta.

Grande poi l'interesse dei media regionali, con ampi articoli della Gazzetta del Mezzogiorno e del Corriere del Mezzogiorno oltre alla presenza di una troupe di Telenorba, a testimoniare la capacità comunicativa dell'iniziativa da parte dell'associazione che con pochi mezzi riesce a far parlare di Cassano.

Non sono mancati, ovviamente, dei disguidi: l'altissima affluenza iniziale ha messo in crisi la macchina organizzativa, crisi poi risolta con determinazione dai volontari della Pro Loco; assurda, poi, la chiusura dei bagni pubblici rimasti sbarrati e dunque inutilizzabili per tutta la manifestazione, nonostante le rassicurazioni del Comune a tenerli aperti. Tante persone sono state costrette a utilizzare mezzi di fortuna per i propri bisogni: certo non un bello spettacolo per i turisti.

Sul palco, l'Assessore al Turismo, Pierpaola Sapienza ha di fatto aperto l'Estate Cassanese, il cui programma sarà a breve reso noto, ringraziando quanti si prodigano per il bene del paese.

Per tutti, poi, divertimento, musica e tanta allegria.