Martedì 18 Febbraio 2020
   
Text Size

Paparella e De Grandi: ecco perchè abbiamo lasciato l'Aula

paparella piccola

Dai Consiglieri comunali Simeone Paparella (Capogruppo di maggioranza) e Maria De Grandi (Assessore), ricevaimo e pubblichiamo.

 

 

Un rinvio dettato dalla protervia e dall’arroganza

 

Il consiglio comunale odierno si è chiuso con un rinvio alla seconda convocazione del 21 ottobre alle ore 16.00

Un rinvio nato da una nostra richiesta: il ritiro del terzo punto all’odg, istanza legittimata da nostre precedenti richieste inevase.

La variazione di bilancio, è solo l’apice di un problema più ampio, un atto propedeutico per un successivo atto dirigenziale, di per sé legittimo ma politicamente non condiviso.

All’origine una richiesta al dirigente di settore per una valutazione comparativa, inoltrata per conoscenza al sindaco, il quale ha replicato tacciandoci di ingerenza. Accusa rigettata al mittente, al quale abbiamo precisato, con ulteriore nota interna, che le nostre erano mere e legittime richieste inoltrate nell’espletamento della funzione di consiglieri comunali e che attendevamo le risposte del dirigente.

Quale ulteriore gesto di buona volontà, abbiamo pertanto, questa volta chiesto con ancora più veemenza, in consiglio comunale il ritiro del provvedimento, per riproporlo dopo le valutazioni di cui sopra. Ne è seguito ancora un diniego.

Diniego che ci ha visti costretti ad abbandonare l’assise consiliare. Non avevamo gli elementi per poterlo votare, abbiamo preferito evitare di votare contro la nostra maggioranza.

Il sindaco, a fine consiglio, ha evocato il confronto democratico. Ma noi ci chiediamo: dov’è la democrazia se si impedisce a noi consiglieri ed assessori di poter fare le nostre valutazioni e, dunque,  svolgere liberamente le funzioni per cui siamo stati scelti dai cassanesi?

Siamo i primi a volere il bene della nostra Comunità, ma non è tollerabile chiederci di votare passivamente un provvedimento soltanto per disciplina e lealtà.

I consiglieri

Simeone Paparella – Maria De Grandi

 

 

Commenti  

 
#8 MC 2016-10-21 23:39
Poveri burattini!!!!!!!!!!!! Che vergogna...........y
 
 
#7 cassanese puro 2016-10-21 20:09
e il Vostro Padrone che ordini vi ha dato?
 
 
#6 stefano 2016-10-21 07:32
Un segnale forte per il rispetto della democrazia e della trasparenza, trasparenza che Lionetti non ha mai rispettato. Bravi ragazzi.
 
 
#5 Battista vergogna 2016-10-21 07:16
Battista dovevi fare lo stesso!
Ma a che gioco stai giocando, scusa volevo dire a che gioco ti fanno giocare?
Era la cosa più giusta da fare.
Scandalosa
 
 
#4 Alta Murgia 2016-10-21 06:32
Un capogruppo di maggioranza che abbandona l'aula è non permette i lavori alla maggioranza. Paparella la tua incoerenza non ci stupisce. Sei il Re dell'incoerenza. Fai a spalla a chi ha portato più voti a del Re che a te. Ma esci le palle e Vai a casa!
 
 
#3 Filippo_ 2016-10-21 05:58
Vuoi vedere che ritira il punto all'ordine del giorno il sindaco?
 
 
#2 Cassano forever 2016-10-21 00:11
Cari consiglieri del partito democratico prendete esempio da questi due giovani.
Non fate solo chiacchiere e comunicati ma agite come questi due.
Finalmente un po di democrazia. Forse cassano si sta svegliando?
 
 
#1 Renato t. 2016-10-20 21:38
Alla faccia della trasparenza.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.