Sabato 19 Settembre 2020
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/bambini_a_scuola.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/bambini_a_scuola.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

SCUOLA, CI SCRIVE LA DIRIGENTE DI CIRCOLO

bambini_a_scuola


Dalla dirigente del Circolo Didattico "Armando Perotti", prof.sa Cecilia Giovanna Ciorceri, riceviamo e pubblichiamo:

In riferimento agli articoli e commenti recentemente comparsi su Cassano WEB, in data  23-25   settembre 2009 la scrivente prof. Cecilia Giovanna Ciorceri, neodirigente del CD “Perotti” di Cassano Murge, ritiene opportuno precisare quanto segue:

- la scelta dell’organizzazione oraria a 27 ore,per l’anno scolastico 2009/10, nelle prime classi della Primaria,non è stata unilaterale bensì condivisa dagli Organi Collegiali, Collegio dei docenti del 9 settembre 2009 e Consiglio di Circolo dell’11 settembre 2009, che per le 27 ore si sono pronunciati favorevolmente all’unanimità: copie dei verbali delle due riunioni sono state da me personalmente consegnate alle segreterie del Direttore dell’USR Puglia e del Dirigente dell’USP di Bari;

- non è mai avvenuto ne è stato esplicitamente richiesto o prenotato dai genitori un incontro con la dirigente, che durante la seduta del Consiglio di Circolo dell’11 settembre 2009, ha dichiarato, con verbalizzazione scritta, di essere disponibile a partecipare ad eventuali assemblee straordinarie previste, negli spazi  e nei tempi istituzionali, dai Decreti Delegati;

- che la scrivente ricopre la dirigenza in quanto vincitrice a pieno titolo nell’ultimo Concorso Ordinario bandito nel 2004, che prevedeva prove scritte, orali, corso di formazione e tirocinio per l’acquisizione di quelle competenze professionali di un dirigente leader manageriale ed educativo,ed assolutamente non più burocrate;

- che nelle due ore di laboratorio i bambini “non pascoleranno” ma saranno invece impegnati a scuola in attività laboratoriali che utilizzano strategie didattiche innovative di ricerca/azione e cooperative learning, mezzi informatici e lavagne interattive, non solo per  sussidio,supporto ed applicazione pratica delle discipline insegnate dal maestro unico ma gradualmente afferenti alle educazioni musicali, artistiche, teatrali, ambientali, interculturali, soprattutto civiche, di cui saranno portavoce anche nell’ambiente familiare e sociale e che contribuiscono alla formazione integrale della persona;

- che i pochi alunni che attendono a scuola di essere prelevati alle ore 13,15,non “sostano incustoditi nell’androne della scuola”, ma sono accuditi in un aula , all’uopo adibita, da una LSU del Comune di Cassano Murge .

Commenti  

 
#4 grandepantani 2009-10-02 08:12
noto con dispiacere che purtroppo l'impeto iniziale dei genitori si sta affievolendo. nessuna notizia dal provveditorato???? la nostra battaglia si e' conclusa????? accettiamo senza che nessuno venga incontro alle nostre richieste?????? riassumo cosa comportera' l'organizzazione a 27 ore:

1) un mese di istruzione in meno per i nostri figli!!!!!

2) alcuni genitori ed alunni aspetteranno ogni giorno mezzora davanti e sottolineo davanti la scuola sotto acqua, vento e freddo senza aver pensato, per coloro che hanno i figli anche in altre classi, di organizzare una "classe di attesa" al fine di dare ospitalita' per mezzora a coloro che si trovano in questa situazione!!!!!!!!!!

3) due vigili urbani "sprecati" ogni giorno per mezzora!!!!!!!

4) traffico bloccato, inutilmente, per mezzora!!!!!!!

5) possibilita' che, anche per i prossimi anni, si verifichi l'organizzazione a 27 ore e, quindi, alla fine dei 5 anni i nostri figli avranno avuto quasi un anno in meno di istruzione ed, inoltre, un numero sempre maggiore di persone che aspetteranno davanti la scuola!!!!!!!

6) maggiori probabilita', per coloro che dovranno "sostare" davanti la scuola, di incorrere in malattie stagionali e, quindi, un maggior contagio e, quindi, maggiori spese in medicinali!!!!!!

non e' possibile vedere tutti trincerati dietro le barriere delle leggi dell'indifferenza e del menefreghismo mentre si parla di migliorare l'istruzione dei bambini che oggi vedono tutto come un gioco ma che un giorno, forse, saranno inferiori ad altre persone perche' non hanno avuto la possibilita' di conoscere la "lettera Z" per mancanza di tempo!!!!!
buona giornata a tutti: dirigente, genitori, alunni ed amministrazione comunale.
 
 
#3 osservatore 2009-09-30 15:55
niente di personale verso la sua figura, neofita in questa realta'...il suo operato nella scuola di cassano appartiene al futuro e a quello che verra', e comunque sia il solo fatto che lei abbia risposto denota una sicura differenza rispesto alle assenze e alle non decisioni del passato.
qualcosa si sta' muovendo....!
 
 
#2 grandepantani 2009-09-30 00:53
ritengo che nessun genitore puo' dubitare delle sue referenze e delle sue capacita' professionali prof.ssa Ciorceri e sicuramente anche lei si e' trovata a dover gestire una situazione difficile con decisioni sofferte. cosi' come nessuno puo' dubitare sulla regolarita' della decisione presa e questo non lo contestiamo. contestiamo invece le motivazioni che hanno portato a questa decisione motivazioni che hanno tenuto conto solo delle leggi senza che vi sia stata, da parte di coloro che hanno sottoscritto i verbali di approvazione per le 27 ore, una presa di coscienza di quello che si andava a dliberare. sicuramente se ci fosse stato un po' di "sacrificio" da parte di tutti forse oggi noi genitori avremmo affrontato questa nuova esperienza piu' serenamente.
inoltre voglio far presente alla Dirigente Scolastica che la raccolta di firme e le nostre esternazioni ritengo non abbiano mai leso la sua dignita' e professionalita' ma un rifiuto democratico ad accettare una decisione che riguarda l'educazione, l'istruzione dei nostri figli. quindi invito cassanoweb a seguire comunque la nostra "battaglia" che ripeto ancora una volta non e' rivolta nei confronti di una persona. NOI VOGLIAMO CON FORZA CHE VENGA VERIFICATA LA POSSIBILITA' DI UTILIZZARE LE 30 ORE POSSIBILMENTE CON IL "SACRIFICIO" DI QUALCHE INSEGNANTE O, SE IL PROBLEMA E' DI TIPO ECONOMICO, VOGLIAMO EVENTUALMENTE CHE VI SIA L'INTERVENTO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE.
 
 
#1 precisina 2009-09-29 13:47
E dove si troverebbe quest'aula riservata ai bimbi che devono attendere di essere prelevati alle ore 13.15? In via Gramsci mio figlio continua ad attendere nell'aula della sorella che frequenta la quarta elementare!!!!! E posso farlo attendere lì per tutto l'anno scolastico?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.