Lunedì 01 Giugno 2020
   
Text Size

Buoni spesa: slittano all'8 aprile i termini per la richiesta

WhatsApp Image 2020-04-02 at 10.27.18

Slittano a mercoledì 8 aprile i termini per presentare al Comune di Cassano delle Murge le domande per ottenere il buono-spesa con i soldi (poco più di 120mila quelli stanziati per il nostro paese) del Governo Conte.

Cliccando qui tutte le informazioni da seguire per fare richiesta.

I soggetti ammessi riceveranno un contributo mensile in Bonus alimentari pari all’importo di euro 100,00 per ogni componente familiare residente secondo istruzioni che saranno divulgate successivamente alla data di scadenza dell’Avviso. Tale assegnazione non può superare l'importo massimo di € 500,00.

Sono esclusi dall’erogazione del suddetto bonus i nuclei familiari percettori di reddito/pensione di cittadinanza o qualsiasi forma di sostegno pubblico di importo mensile superiore ad € 500,00 (cinquecento/00) e quelli che beneficiano di altri istituti previdenziali da cui possono trarre sostentamento (come ad es. cassa integrazione ordinaria e in deroga, stipendi, pensioni, pensioni sociali, pensione di inabilità, reddito di cittadinanza, contributi connessi a progetti personalizzati di intervento, altre indennità speciali connesse all’emergenza coronavirus ecc.). Sono altresì esclusi i titolari di un patrimonio finanziario (conto corrente …) pari o superiore ad € 3.000.

La MANIFESTAZIONE STATO DI BISOGNO PER L’EROGAZIONE DI BONUS ALIMENTARI dev’essere resa sotto forma di autodichiarazione comprovante la condizione di attuale indigenza e può essere trasmessa entro le ore 12,30 mercoledì 8 aprile 2020:

• all’indirizzo mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

• al Protocollo generale del Comune di Cassano delle Murge ogni giorno lavorativo dalle ore 9,00 alle 12,30.

Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno contattare gli Uffici comunali dal lun. al ven. esclusivamente dalle 9 alle 12,30 ai numeri: 080.3211507/3211204/3211207.

Sono già 150, ad oggi, le domande pervenute: protocollate di persona o inviate tramite email.

Prosegue, intanto, l'iniziativa presso i principali supermercati cassanesi messa in campo dalla Caritas "Il carrello della Carità" che fino ad oggi ha permesso di donare cibo, generi di prima necessità, prodotti per la pulizia della casa e l'igiene della persona ad oltre sessanta famiglie bisognose che si rivolgono alle due parrocchie cittadine o al Convento. 

 

 

 

Commenti  

 
#7 Rocco ant 2020-04-06 19:00
Per comm.6 al Comune prima di coronavirus la decimazione dei dipendenti era avvenuta grazie a questi incapaci presuntuosi. Il buio, teo solo tu puoi farci rinascere.
 
 
#6 Ele 2020-04-05 23:12
Non perdete tempo nel chiamare i numeri del Comune perché tanto non rispondono!
 
 
#5 Anti virus 2020-04-05 22:44
Ma vedete che il 70% sono stranieri. E poi ci vengono a dire che cassano e razzista. Angilecchia fatti un esame di coscienza e pensa per i poveri di cassano.
 
 
#4 Lucio 2020-04-04 13:35
Ritardi dovuti ai cervelloni che devono studiare come privilegiate gli amici elettori.Vero +++
 
 
#3 Totti 2020-04-04 10:06
Vero com'è mai Cassano è sempre in ritardo ? Eppure i soldi dallo stato sono già arrivati da tempo boo
 
 
#2 Te.Fi. 2020-04-03 21:37
Perché in altri paesi già li stanno dando i buoni spesa? Perché?
 
 
#1 Cittadino 2020-04-03 16:37
Nel frattempo dobbiamo fare la fame ?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.