Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/municipio.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/municipio.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Aperto il Bando per diventare Ispettore Ambientale Volontario

municipio

E’ stato pubblicato dal comune di Cassano il Bando per individuare la figura dell’ l’Ispettore Ambientale Volontario, così come deciso in un recente Consiglio Comunale.

Quali funzioni dovrà assolvere? Che cosa dovrà fare e saper fare? Quali saranno le caratteristiche personali? E chi avrà il ruolo di guidarlo e sorvegliarlo? Il Consiglio Comunale dello scorso 12 febbraio ha approvato il Regolamento che istituisce e disciplina l’attività di questa figura ed è da lì che attingiamo le informazioni per comprenderne meglio ruolo e funzioni. Innanzitutto la finalità: l’Ispettore dovrà occuparsi di vigilanza ambientale ma soprattutto di corretta gestione dei rifiuti ovvero raccolta e smaltimento degli stessi. Potrà farlo, però, solo nel territorio di Cassano (ovviamente urbano ed extraurbano). Si tratta di una figura volontaria dunque non vi saranno compensi né rimborsi spese.

Molto si è dibattuto, in Commissione e in Consiglio Comunale, sull’attribuire all’Ispettore la possibilità di elevare multe e sanzioni agli indisciplinati ma alla fine è prevalsa – anche sulla base della legislazione vigente – l’idea che il volontario potrà segnalare agli ufficiali di polizia giudiziaria (Polizia Municipale, Carabinieri) gli illeciti ma non potrà comminare sanzioni.

A nominare gli Ispettori sarà il Sindaco, con proprio decreto che dovrà essere rinnovato annualmente, nelle cui mani il volontario dovrà prestare giuramento. Diventerà così un Pubblico Ufficiale nell’esercizio delle sue funzioni. Ma come saranno scelti i volontari e chi li selezionerà Il regolamento prevede che vi sia un bando pubblico di selezione per la raccolta delle candidature, un corso di formazione di almeno venti ore quindi un esame scritto (un test da 20 domande) e una prova pratica riguardante la redazione di un verbale di contestazione. Dato un punteggio, si formerà una graduatoria.

Quali requisiti dovrà avere il volontario? Quelli classici, in sostanza: maggiorenne, max 70 anni, diploma di scuola superiore, nessuna condanna, buona salute e nessun rapporto lavorativo col gestore del servizio su Cassano (l’ATI “Tradeco-Murgia Servizi Ecologici”). Titolo preferenziale per la graduatoria sarà l’aver fatto parte delle forze dell’ordine.

Nel corso della sua attività, l’Ispettore Volontario – che indosserà una divisa fornita dal Comune e dovrà portare sempre con sé il tesserino di riconoscimento – dovrà rispettare le basilari regole civile e farsi guidare dal programma operativo redatto dal Comune: nessuna ispezione personale, insomma né “colpi di testa”. Constatato l’eventuale illecito, l’Ispettore dovrà redigere un verbale e consegnarlo al Comune che provvederà, tramite la Polizia Municipale, ad accertare la violazione e procedere come legge comanda.

Quanto al tempo da “prestare” al servizio, il Regolamento chiede che il volontario sia operativo per almeno 10 ore al mese; naturalmente più saranno i volontari meglio saranno distribuiti i turni dato che l’idea è di coprire l’intero arco del mese con le attività dell’Ispettore, in modo che non vi siano giorni scoperti. Sarà cura del Comune, infine, stipulare assicurazione che copra il volontario dai rischi (infortunio, incidente, ecc.) nonché per la tutela legale.

 

E’ possibile inviare le domande entro il 22 aprile 2013 compilando il modulo scaricabile qui.