Venerdì 28 Febbraio 2020
   
Text Size

Comune, via il Segretario. Le minoranze scrivono al Prefetto

segretario

Licenziato "in tronco", dopo neppure un anno di lavoro,  il Segretario Generale del Comune di Cassano delle Murge, il terzo in carica da quando, poco più di due anni fa, si è insediata l'amministrazione Di Medio.

Da tempo i rapporti fra la Sindaca, alcuni Assessori e il dott. Giuseppe Schiraldi non erano più ottimali: un paio di volte la Di Medio ha chiesto un incontro al Prefetto di Bari, Marilisa Magno per cercare di risolvere la situazione di stallo ma alla fine ha deciso per l'atto di forza ovvero la conclusione unilaterale del rapporto di lavoro (cominciato nel settembre dell'anno scorso) aprendo, però, le porte a possibili ricorsi al Tribunale Amministrativo della Puglia per le modalità con cui si è consumato lo strappo nonchè a probabili querele di parte per le pesanti accuse contenute nella Delibera di Giunta approvata con la firma dell'Assessora al Bilancio Annamaria Caprio, in quanto anche il vice-segretario, Stefano Colucci risultava assente.

Oggi la Delibera, la n. 78 del 22 agosto scorso, non è più visibile all'Albo Pretorio on-line ma ormai il danno è fatto: l'atto ha ottenuto il suo effetto e nei prossimi giorni ne vedremo gli sviluppi.

La Di Medio lamentava, sostanzialmente, una presunta scarsa produttività da parte del Segretario, unitamente al mancato controllo di atti (delibere, determinazioni) prodotti dagli Uffici nonchè la mancata supervisione sulle attività del personale e in particolare dei Dirigenti.

Intanto i cinque Consiglieri comunali di minoranza sull'argomento hanno scritto una interpellanza alla Sindaca, inviandola per conoscenza anche al Prefetto di Bari ed alla Procura della Corte dei conti.

Ecco il testo:

Premesso:

con Delibera n° 78 del 22/8/2019 la Giunta Comunale ha preso atto del procedimento di revoca ed ha autorizzato il Sindaco alla Revoca

nell'atto si illustrano una serie di inadempienze contestate al segretario comunale come se fosse stato l'unico segretario comunale ad aver agito in maniera poco esauriente. L'esempio più eclatante va visto nella parte riguardante il controllo amministrativo ovvero i controlli interni che nel nostro Comune regolarmente sono stati elusi tanto che noi Consiglieri di Opposizione abbiamo dovuto produrre apposita interpellanza sui controlli interni alla quale Lei, nella risposta, non ha evidenziato le mancanze oggi attribuite al dott. Schiraldi;

Quanto alle altre questioni, si evidenzia che trattasi di contestazioni tutte generate dal presupposto (errato) secondo il quale il Segretario Comunale possegga doveri e funzioni gestionali

Invero, l’art. 97 del d. lgs. 18.8.2000 n. 267, indica nei commi 2 e 4 le funzioni istituzionali dei segretari comunali e provinciali, le quali, in tutta evidenza, hanno per oggetto non compiti di natura gestionale ma di coordinamento, di assistenza giuridico-amministrativa, referenti e di verbalizzazione, “notarili” . Ciò è tanto vero in quanto i compiti gestionali di amministrazione attiva spettano ai dirigenti ovvero ai titolari di posizione organizzativa e non possono essere loro sottratti .

Ciò è ancor più vero in quanto le disposizioni contrattuali integrative si sono fatte carico di precisare che l’attribuzione al segretario di funzioni dirigenziali possa avvenire solo con atto formale ( che a noi non risulta) del capo dell’Amministrazione e in ogni caso previo accertamento dell’assenza di adeguate figure professionali interne e (solo) in via temporanea.

Va rilevato che:

nel nostro Comune l'assenza di Dirigenti è vicariata dai titolari di Posizione Organizzativa cioè posizioni di lavoro che richiedono, con assunzione diretta di elevata responsabilità di prodotto e di risultato lo svolgimento di funzioni di direzione di unità organizzative di particolare complessità, caratterizzate da elevato grado di autonomia gestionale e organizzativa;

appare quindi inverosimile che tutte le inefficienze, i ritardi ed ogni altra negatività siano imputabili al solo segretario quando invece Le tocca fare mea culpa su tutti i danni che Lei e la Sua Giunta ha determinato nel nostro Comune. Il segretario comunale ha avuto la colpa di disvelare il clima creato in Comune allorquando Le scriveva: "È necessario infatti favorire meccanismi di condivisione e di trattazione collegiale di argomenti e procedimenti complessi come quelli richiamati a margine della nota riscontrata, onde evitare risposte e reazioni di singoli contro singoli – che protrae un clima di malessere organizzativo del tutto incontrollabile da qualsiasi Amministrazione>>

A riprova di ciò, va evidenziata la proliferazione dei decreti di nomina tanto che in 18 mesi di mandato elettivo, sono stati emanati 15 decreti sindacali di nomina di incarichi di responsabili di posizioni organizzative aventi una durata variabile da uno a due mesi alcuni, altri con durata semestrale.

Ci riferiamo ai decreti n. 25 del 13.6.2017, n.39 del 1.8.2017, n. 44 del 11.9.2017, n. 48 del 31. 10.2017, n. 50 del 6.11.2017, n. 51 del 30.11.2017, n. 54 del 29.12.2017, n. 20 del 21.6.2018, n.21 del 22. 6.2018, n. 22 del 26.6.2018, n. 23 del 29.6.2018, n. 24 del 29.6.2018, n. 25 del 22. 6.2018, n. 30 del 30.8.2018, n. 36 del 31.10.2018, n.42 del 12.12.2018 e per ultimo n. 44 del 28.12.2018. Tutto questo in evidente contrasto con il Regolamento per l'istituzione, la gradazione e la valutazione delle posizioni organizzative approvato con DGM n. 70/2012 che espressamente prevede che "l'incarico è attribuito di norma per un anno". Per il vero, tale situazione è stata oggetto di apposita interpellanza dei gruppi di minoranza , che, in ogni caso, non ha ricevuto le giuste attenzioni da parte dell’Amministrazione.

E poi, parla di Polizia Locale e di esiguità di personale in servizio quando Lei con un ordine di servizio illegittimo a Sua firma ha spostato negli uffici un Vigile Urbano giudicato idoneo a fare il Vigile dal Medico Competente per non parlare di altra unità di personale messo in un angolo quando in passato ha svolto la Posizione Organizzativa della Polizia Locale

parla di Ufficio Tecnico quando Lei ha messo da parte l'ing. dipendente del Comune per sostituirlo con altro ingegnere con procedure discutibili e comunque senza contezza di presenza assicurata in servizio

a noi risulta che la rottura con il Segretario Comunale sia avvenuta sulla pretesa da Lei avanzata nei confronti del Segretario con la quale pretendeva che provvedesse a regolarizzare la posizione liquidatoria delle competenze richieste da un ingegnere in convenzione la cui posizione è ritenuta non proprio chiara dagli uffici che contestano l'effettiva presenza in servizio dello stesso mancando prova dell'attività di quest'ultimo nella Casa Comunale e negli orari di ufficio dei dipendenti da coordinare e dedicati al pubblico e ai tecnici da ricevere

Tutto ciò premesso, fermo restando che saranno addebitabili a Lei eventuali danni erariali derivanti da eventuali azioni risarcitorie da parte del segretario per un atto così violento che incide sull'onore e la professionalità di un dirigente, sbandierato su tutti i siti web La interroghiamo per sapere, ai sensi dell'art. 39, comma 1, se è vero che:

Lei abbia preteso che il Segretario sostituisse il responsabile titolare di funzione gestionale nel procedere a liquidare competenze salariali che ad avviso del responsabile non sono da liquidarsi.

 

Commenti  

 
#24 il gatto 2019-08-28 07:16
E' possibile che ci siano persone convinte che essendo nullatenenti, anche in virtù di rinunce ereditarie, qualora venissero chiamate a risarcire i danni cagionati a altri, nulla pagherebbero.
In virtù di questa convinzione, le medesime persone potrebbero essere convinte che è possibile osare con le proprie azioni, somministrando strapotere ai danni di altri, anche per il solo gusto di fare del male agli altri in virtù dei torti subiti. Insomma una sorta di vendetta generalizzata.
Bene, si potrebbe dire che queste persone nel gergo vengono definite come “soggetti che non hanno più niente da perdere” poiché hanno perso o si sono privati sia dei beni che della propria dignità. Ma a questi soggetti c’è una cosa che gli rimarrebbe e che spesso trascurano di avere: la libertà. La si può perdere nei modi stabiliti dalla legge e con con estrema facilità, come quando il gatto tante volte andò al lardo che ci lasciò lo zampino.
Questo dipende dal grado di intelligenza del gatto.
 
 
#23 memoria 2019-08-27 15:15
Ma la vicenda Tributaria non ha insegnato nulla? I baldi assessori si rendono conto che assecondare questa ed altre situazioni, diciamo, controverse, si potrebbe ritorcere contro ed un giorno potrebbero essere chiamati a risponderne con le loro tasche?
Boh! O questi sono incoscienti oppure si stanno già "spogliando" come hanno fatto i loro predecessori
 
 
#22 francesco c. 2019-08-27 12:39
x comm. 21
hai letto cosa c'è scritto? Ti sembra giusto mettere certi argomenti in piazza e poi ritirare l'atto (Delibera di Giunte) dall'albo pretorio? Sai che è una pratica che non è consentita? Sei ignorante in materia, sei perdonato.
 
 
#21 nemici 2019-08-27 08:54
il nemico del mio nemico è mio amico...vero opposizioni??? quando c'era il segretario gli avete vomitato addosso l'inferno, adesso ne fate un martire solo perché serve alla causa....ma questo vuol dire "fare politica", ha scritto qualcuno tempo fà.... vomitevole.
 
 
#20 Pietà 2019-08-27 08:16
Questo è un atto di autocensura per chi lo ha redatto ed adottato.
Chi sa invece cosa accade veramente nel "palazzo delle scimmie" (così definito decenni or sono) può testimoniare dinanzi a Dio ed agli Uomini che le cose non stanno così.
Fate prima a dimettervi, ma coscienza non ne avete. Dio abbia pietà di voi.
 
 
#19 sindacalista 2019-08-27 07:43
Vorrei sbagliarmi, ma credo sia un atto che viola ogni principio di riservatezza e azione disciplinare.
Se è come penso, si presta ad azioni legali di non poco conto.
La cosa devastante è che è stato concepito da soggetti che masticano legge ogni santo giorno, e non mi sembra corretto mettere in piazza una simile vicenda ancor prima di aver ricevuto le dovute controdeduzioni dall'interessato. La vedo male.
 
 
#18 Per Merlon 2019-08-26 23:15
Dott. Padre di famiglia oramelagodo
 
 
#17 Domy 2019-08-26 20:48
Devastante, credo sia la prima volta in assolutonche accade una cosa del genere. Mai visto unntrattamento simile nei confronti di un segretario generale. Lo avete distrutto. Ancora una volta la vostra incapacità scaricata su altre persone. Spero riservano a voi lo stesso trattamento.
 
 
#16 merlon 2019-08-26 18:32
Scusate la Caprio anche segretario generale f.f.? Io non ho ancora capito che lavoro fa nella vita, che titolo di studio, che competenze. SIAMO messi male.
 
 
#15 Geom 2019-08-26 18:17
Vedo dalla delibera allegata qui sopra che l'assessore D'Ambrosio era assente, e come mai? Comunque ha fatto bene, l'unica che si salva.
 
 
#14 Ahahahhh 2019-08-26 16:30
Colucci hai fatto bene a non andare tanto comanda la +++
 
 
#13 ok 2019-08-26 16:25
Solidarietà al Segretario Generale dott. Schiraldi.
 
 
#12 Domy 2019-08-26 16:02
Chiedo cortesemente alla redazione di fare chiarezza sulla delibera. Perché sul sito c'è solo un foglio bianco.

LA REDAZIONE

Abbiamo pubblicato in fondo all'articolo la "delibera-fantasma". Può consultarla e scaricarla.
 
 
#11 Genitore e genitori 2019-08-26 15:05
In effetti la belibera è sparita. Cosa avete da nascondere??? Presidente del Consiglio a Lei la parola. Ci illumini. Grazie.
 
 
#10 din don 2019-08-26 14:56
Cari amici della lista x te, amici perchè vi ho votato, un consiglio da considerare è quello di lasciare tutto per evitare altri danni. Con la politica non si scherza, è una cosa seria, ci avete provato e non è cosa vostra. Fate un mea culpa e ritiratevi tutti prima che sia troppo tardi. Sono consapevole che è difficile ammettere soprattutto per alcuni assessori che si sono rivestiti di una arroganza che non pensavo appartenesse a loro. fate un passo indietro, coraggio, se non in massa almeno qualcuna di buonsenso lo faccia il passo indietro.
 
 
#9 Rocco ant 2019-08-26 13:52
Un altro professionista colpito. Ma questi si guardano intorno Prefetto intervenga. Sindaco alle cause di lavoro dovrà rispondere in prima persona e sarà dura senza le certezze che adesso le dà tremontiiii
 
 
#8 orbo 2019-08-26 13:51
e la delibera n. 78 del 22/08/2019 che fine ha fatto. Sapete che è un reato ritirare atti dall'albo senza una valida motivazione. E gli avvocati della buon a amministrazione che fanno? ancora in ferie? e i finanzieri e poliziotti dove sono? e l'agenzia delle entrate nulla dice a riguardo? e l'ex comandante dorme ancora? gli altri non pervenuti....
 
 
#7 Lucia 2019-08-26 13:47
Presunzione ed arroganza. Assessori che passano come macigni su dipendenti che sono esseri umani. Basta guardatevi
allo specchio e vedrete degli esseri senza alcun potere e senza anima.
 
 
#6 Bersagliere 2019-08-26 12:34
CASINUM CASINORUM
 
 
#5 Piripicchio 2019-08-26 11:43
Ormai siamo alla monarchia.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.