PD cassanese a Congresso per eleggere il nuovo Segretario

1796409 10203049761675089 1383751452 n

Chi succederà  a Davide Pignatale alla guida del Pd cassanese?

Lo decideranno questo pomeriggio gli oltre sessanta tesserati al partito che questo pomeriggio alle 16.30 ha convocato il Congresso cittadino per eleggere il nuovo Segretario ed il Direttivo, presso la sede di via Indipendenza.

Nel decimo anno di fondazione del soggetto politico che vide la confluenza dei Democratici di Sinistra e della Margherita, oltre ad altre piccole formazioni di centrosinistra, il Partito Democratico  celebra il congresso dove si incontreranno-scontreranno le diverse mozioni e di conseguenza le diverse liste che puntano alla Segreteria del Pd locale.

Le regole congressuali dicono che fino all’ultimo momento, dopo la discussione generale sulle mozioni, è possibile presentare le candidature dunque al momento è impossibile fare previsioni. Inizialmente si parlava di una lista unitaria fra le diverse 2anime” del Pd – anche se i “renziani”, dopo l’uscita dell’ex Sindaco Vito Lionetti dal partito – sono in risicata minoranza.

I “rumors” dicono che Pignatale potrebbe essere riconfermato alla Segreteria ma con un Direttivo in gran parte rivisitato, nonostante la sua volontà di lasciare espressa la scorsa estate; ad insidiarlo potrebbe esserci la “new entry” Amedeo Venezia, Consigliere Comunale del gruppo “Primavera Cassano” oppure un outsider come Giuseppe Scatigna.

Una partita, quindi, sul filo di lana per decidere il futuro del partito in vista dell’importante scadenza delle elezioni politiche di primavera e soprattutto rilanciare l’immagine del Circolo cassanese che nel giro di pochi anni è passato dall’avere un Sindaco, tre assessori, un capogruppo e diversi Consiglieri comunali ad essere quasi scomparso dal massimo consesso cittadino.