Giovedì 01 Ottobre 2020
   
Text Size

Consiglio, i provvedimenti approvati quest'oggi

antelmi nuova

Oltre alla lunga discussione politica, il Consiglio Comunale tenutosi  nel pomeriggio si è occupato di diversi argomenti.

Innanzitutto il Sindaco Vito Lionetti ha risposto ad alcune interpellanze presentate nelle scorse settimane dalla minoranza, di cui ci occuperemo in altro articolo così come sono state presentate altre interpellanze a cui il Sindaco darà risposta scritta.

Si è passati, quindi, ai sette punti all’ordine del giorno.

Il sovrintendente capo della Polizia Locale di Santeramo in Colle, Vito Erasmo Barberio ha preso il posto della Consigliera dimissionaria Maria Luisa Marazia: a quest’ultima sono andati i ringraziamenti del Consiglio per il lavoro svolto, espressi dal Presidente Capriulo, ed a Barberio sono andati gli auguri di tutto il Consiglio Comunale; il neo Consigliere ha detto, nel suo intervento, di essere molto legato a Cassano ed ha garantito il suo appoggio concreto e fattivo al Sindaco ed alla sua maggioranza per arricchire umanamente e socialmente la cittadina di Cassano.

Approvati, poi, quattro debiti fuori bilancio, alcuni rivenienti da contenziosi anche di diversi anni fa.

Su quasi tutti i punti, battibecco fra l’Assessore al contenzioso Davide Del Re e il Consigliere Franco Antelmi: il primo sottolineava l’attività di duro lavoro effettuato a favore dell’Ente comunale nell’affrontare vicende vecchie anche di anni, per sfoltire il grosso arretrato esistente mentre Antelmi, dal canto suo, ribadiva che alcuni di questi atti sono oggi possibili grazie al lavoro effettuato negli anni della sua gestione del Bilancio comunale, pesantemente gravato da impegni di spesa spesso senza coperture in Bilancio (in particolare sui temi del contenzioso) ereditati dalla amministrazione precedente.

Minoranza e i due dissidenti, Simeone Paparella e  Maria De Grandi su questi punti si sono astenuti.

Sul sesto punto posto all’ordine del giorno, l’approvazione dello Statuto del Gruppo di Azione Locale (Gal) “Terre di Murgia” a cui Cassano ha deciso di appartenere, articolato il dibattito, anche se quasi del tutto inutile. Lo Statuto, infatti, è stato già approvato e registrato dalla società “Terre di Murgia”, una cooperativa composto da enti locali, enti pubblici e partener privati che ne detengono la maggioranza.

Il 60% delle quote, infatti, è in mano a privati (aziende, associazioni di categorie, ecc.) mentre le restanti quote di minoranza, il 40% sono in mano pubblica. Da qui alcune perplessità del Consigliere Antelmi, condivise poi dall’intero Consiglio, fra cui: gli eventuali debiti di gestione potrebbero essere ripianati non in maniera proporzionata alle quote ma ripartite equamente fra tutti i soci; è previsto un gettone di presenza per Presidente e membri del Consiglio di Amministrazione, laddove finora era un impegno non oneroso, e via di seguito.

Il Consiglio si è impegnato, dopo aver approvato all’unanimità lo Statuto, a far presente le criticità al gal affinchè vi si possa porre rimedio, interessando in particolare Quirico Arganese, il commercialista cassanese che fa parte del CdA per la parte pubblica.

Approvate a maggioranza, con l’uscita dall’aula dei due dissidenti, alcune variazioni al Bilancio 2016 a causa di maggiori spese per alcune voci e di alcune entrate provenienti da fondi regionali.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.