Lunedì 17 Febbraio 2020
   
Text Size

Consiglio, perchè l'opposizione abbandona_il video

opposizione con 2

Perché il gruppo di minoranza “Per crederci ancora” ha abbandonato l’aula consiliare, lo scorso mercoledì, all’inizio dei lavori? Di seguito, pubblichiamo il documento firmato dai cinque consiglieri e letto dalla Capogruppo Maria Pia Di Medio che spiega la loro ragioni nonché il video del discorso della Di Medio.

 

Assistiamo alla sistematica presentazione di atti pubblici monchi di pareri obbligatori previsti per legge e di violazione delle più elementari norme di riferimento. È il caso di evidenziare, come ha già fatto il Revisore dei Conti nel suo parere, a cui non è stato chiesto proprio il parere sul programma triennale del fabbisogno del personale parere preventivo; come anche l’avviso di selezione pubblica di personale, mediante contratto a tempo determinato che, oltre a non rispettare il citato orientamento normativo sul parere del Revisore, assume carattere di illegittimità atteso che viene impegnata la spesa in assenza della certificazione di bilancio. Sul punto, ulteriore rilievo è evidenziato dal fatto che non esiste nessuna Determinazione a supporto dello stesso avviso.

Così come sono assenti gli impegni di spesa per gli incarichi legali, di cui ormai se ne è consolidata la necessità preventiva rispetto alla ufficializzazione dell’incarico stesso onde ridurre la cattiva usanza dei debiti fuori bilancio tanto osteggiata dalla Corte dei Conti.

Lamentiamo inoltre, la tempistica sull’approvazione del documento di contabilità, di cui lei è responsabile Assessore al bilancio,  che anche quest’anno ha visto l’Ente diffidato dalla Prefettura per non aver rispettato i tempi di approvazione dettati dalla norma, (rammentiamo che il termine ultimo per l’approvazione del bilancio di previsione era fissato al 30 di aprile 2016), comportamento questo, che non ha consentito alle opposizioni di esprimere nei termini, elementi di giudizio e di collaborazione.

La mancanza di comunicazioni su temi importanti come la celebrazione del Consiglio Comunale, e, quindi la violazione dell’Art. 11 comma 6 del regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e non solo, che dimostra ancora una volta la totale disorganizzazione di questa maggioranza anche in considerazione dei costi sostenuti per la comunicazione di circa 9.000 euro l’anno di soldi pubblici.

Per non parlare di atti importantissimi come per esempio i Decreti Sindacali che portano lo stesso numero progressivo ma indirizzato a soggetti diversi. È il caso di portare a conoscenza, proprio il D.S. n. 28 con il quale si conferisce incarico a due soggetti diversi. Come anche la violazione su alcuni di essi dell’Art. 183 del 267/2000 e d.lgs n. 126 del 2014 riguardante gli impegni di spesa, questione già segnalata in precedenza ma totalmente ignorata dai Consiglieri e Assessori di questa maggioranza, che riteniamo debbano essere consapevoli dell’andazzo intrapreso a totale spregio del rispetto delle regole istituzionali.

Disordine anche nei confronti di atti pubblici portati in commissione e ritirati per mancanza di istruttoria, delibere di giunta confuse e sbagliate.

Anche per quanto riguarda uno dei punti in discussione nella odierna seduta di Consiglio Comunale non è presente il preventivo parere del Revisore, ci riferiamo al “Patto dei Sindaci” per la cui adesione si prevede il citato parere, dovendosi impegnare una quota annuale.

Questi sono solo alcuni degli atti che richiamiamo. Potremmo continuare all’infinito.

Ultimo ma solo in ordine cronologico, il diniego di accesso agli atti da parte dei consiglieri di minoranza, quest'ultimo episodio di una gravità assoluta non può essere tollerato e per il quale siamo costretti, nostro malgrado, ad informare sua Eccellenza il Prefetto.

Per quanto esposto, non riteniamo questo consesso in grado di assolvere al compito amministrativo cui è stato delegato dalla cittadinanza, né, peraltro vogliamo essere coinvolti in scelte amministrative deleterie, in particolar modo per la metà della cittadinanza da noi rappresentata. Pertanto abbandoniamo l’aula. Buon lavoro”.

 

Commenti  

 
#21 MA SCIATAVINN 2016-05-30 17:27
PIENA FIDUCIA IN QUESTA AMMINISTRAZIONE!!!I "FIGLI" DI ZULLO A CASAAAAA!!!!!
 
 
#20 cittadina 2016-05-30 15:32
completamente d'accordo con cittadino comune.
La Di Medio si sta mostrando capace di smascherare certe decisioni prese sottobanco e senza pezze d'appoggio. Adesso arriverà Sveglio a dirci che "certo questi non sono il massimo, ma quelli di prima erano peggio" e corbellerie del genere. Ma andatevi a ritirare che ci fate vergognare di avervi votato. Lo dico da sinistra: mille volte meglio quelli di prima. Almeno eravamo all'opposizione e potevamo sognare di vincere e governare. Ora il sogno è diventato una barzelletta, una caricatura. Buona solo per "Sveglio", appunto. Vai a Massarosa e fatti spiegare come si governa una città!
 
 
#19 cittadino comune 2016-05-30 08:48
una giunta penosa, un sindaco ormai smascherato sulla propria incapacità.
La Di Medio? Sono di sinistra, non potrei votarla, ma senza dubbio capace di smascherare una crocchia di incapaci: dalla vicenda della copiatura del programma di Massarosa, al Maiullaro-gate (quello dei soldi dati all'assessore focacciaro senza criterio alcuno). Ora la denuncia di evidente incapacità a causa del fatto che il sindaco OCCULTA i documenti amministrativi, non permette di far fare i controlli che spettano all'opposizione. Cari compagni miei, cosa dobbiamo ancora aspettarci? E' di sinistra contravvenire alle regole minime di trasparenza? Dai Lionetti, per favore dimettiti e chiudiamo questa farsa.
 
 
#18 laforgia laforgia 2016-05-30 08:45
La nomina di Laforgia, la questione e la sceneggiata è tutta qui. L'intervento di Di Medio, a parte un po' di fumo negli occhi, è stato tutto centrato intorno all'accesso agli atti che hanno portato all'incarico all'avvocato.
L'opposizione frigge e rifrigge perchè ha ben capito che la nomina del penalista ha a che vedere con loro o con i loro protetti.
 
 
#17 francesco c. 2016-05-30 07:45
x sveglio: è talmente vero quello che dici, che ad oggi il sindaco non ha ancora risposto. Tu che sei il tuttologo delle situazione puoi illuminarci?
 
 
#16 Papalardo 2016-05-29 22:19
Dottoressa di medio che centra lei con la politica..sei stata 5 anni non sei stata capace di recuperare i soldi che il dottor giuliano suo marito deve ai cittadino di Cassano.
 
 
#15 sveglio 2016-05-29 20:37
Messa in scena carina.
La stampa avvisata di girare il video (cosa che non fanno mai) e poi la rapida uscita, una vera e propria fuga.
Fossi stato il sindaco gli avrei risposto.
Qui non siamo in amore, non vince chi fugge.
 
 
#14 utente 2016-05-29 17:09
Dopo aver visto il video, sono sempre più convinto che non sono all'altezza delle di amministrare un comune come il nostro. Anzi, nemmeno un condominio possono amministrare.
 
 
#13 Ignazio 2016-05-29 07:59
E' vero volta e gira le carte...ma non le legge!
Poverino, si vede che soffre quando manca il suo badante che gli legge le carte.
 
 
#12 Poooh 2016-05-29 07:25
Che bel video. Solo a vederli amministrazione e opposizione mi viene da piangere.
In che mani siamo.
 
 
#11 PeppinoG 2016-05-28 19:32
Non ci sono attenuanti per il nostro caro sindaco. Se avesse voluto avrebbe chiesto immediatamente la parola alla fine del discorso della Di Medio e avrebbe iniziato a replicare almeno su quegli argomenti elementari come il parere del revisore dei conti. Invece sono rimasti TUTTI imbambolati, forse perché non stavano neanche seguendo quello che un consigliere di minoranza stava contestando. Ci sono voluti poi 3 minuti per decidere una sospensione del consiglio?
Si chiamano amministratori questi?
 
 
#10 brava Di Medio 2016-05-28 18:59
E' stata fin troppo decorosa ed ossequiosa delle regole la Di Medio. Ripeto fin troppo, rispetto al resto.
Brava Di Medio, prepara la nuova squadra. Ormai il dado è tratto e linetti non ce la fa. Il ruolo è più grande di lui, ormai è evidente.
 
 
#9 PASQUETTA 2016-05-28 13:54
Voglio partire dalla fine e da quella frase per cui la minoranza rappresenta la metà del paese. Mi spiace ma il sindaco rappresenta tutti, piaccia o no, il consiglio comunale rappresenta tutti, ma la visione del paese spaccato a metà fa solo male al paese e soprattutto rafforza la visione di alcuni per cui i buoni stanno da una parte ed j cattivi dall'altra.
Ancora: spregio; rispetto, regole. Tre parole care all'ex amministrazione, la più sciatta di sempre.
Ancora una volta hanno cercato di dare lezioni di giurisprudenza , contabilità, amministrazione nonostante una sonora bocciatura.
Giustamente hanno preferito scappare via (leggo al bar) piuttosto che ascoltare le risposte.
Infine: si potrebbe mettere nel regolamento del consiglio comunale l'obbligo di decoro nel vestirsi?
 
 
#8 caro vitino 2016-05-28 12:49
Le carte non le devi girare e voltare, le devi leggere. Già, la lettura non si può copiare e incollare!
:D
 
 
#7 A.A.A.A.A.A.A.A.A.A. 2016-05-28 12:08
CASSANO DELLE MUCCHE
CERCASI NUOVO SINDACO PER RIPRISTINO DENOMINAZIONE IN MURGE!
 
 
#6 pierino 2016-05-28 12:04
sonnambuli allo sbaraglio
andate a zappare, così sono bravo pure io amministrare
 
 
#5 Gianni. 2016-05-28 12:02
Fra Lionetti e Di Medio, 10.000 volte meglio DI MEDIO.
 
 
#4 Giovanna Anastasi 2016-05-28 11:59
Brava dottoressa Di Medio.
I cinque anni passati le sono serviti per capire gli errori. Adesso è pronta per governare questo paese.
Complimenti, faccia in modo che si vada a votare al più presto. Salvi questo paese.
 
 
#3 sconfortante 2016-05-28 11:47
AL VOTO SUBITO
 
 
#2 dino_ 2016-05-28 11:45
che skifo, non ho parole
nelle mani di chi siamo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.