Le interpellanze della minoranza al Sindaco

grate lo so piccola

Otto interpellanze sono state presentate dal Gruppo consiliare di minoranza “Per crederci ancora” nel corso delle ultime due sedute del Consiglio Comunale (il 22 e il 29 aprile), all’attenzione dell’Amministrazione Lionetti. Tanti gli argomenti affrontati: vediamoli nel dettaglio.

Grate rumorose

Dopo i lavori, in parte ancora in corso, del Progetto “Lame”, la minoranza ha chiesto perché in molti casi ci si trova dinanzi a grate rumorose, mal messe e posizionate se non proprio da ostacolo alla circolazione. In via F.lli Rosselli, poi, c’è lo “strano” caso di una caditoia da cui l’acqua sosta da oltre un mese, senza che vada via. E’ stato chiesto, dunque, perché le grate non sono state posizionate a regola d’arte; perché in molte zone manca l’asfalto attorno alle stesse e come si intende risolvere il problema dell’acqua ristagnante.   “Il progetto manca ancora del collaudo – ha risposto il Sindaco – e ci saranno sicuramente alcune cose da mettere a posto in fase di verifica”. Il problema di via F.lli Rosselli è noto al Comune ed è stato già interpellato l’Ufficio Tecnico perché con la ditta che ha effettuato i lavori provvedano a risolvere il problema.

Ufficio Tecnico senza personale

Con lo spostamento del Capo dell’Ufficio Tecnico Comunale dal secondo al primo piano del Palazzo Municipale, l’UTC è di fatto rimasto scoperto, hanno sottolineato i consiglieri di minoranza. Lionetti ha reso noto che con uno spostamento interno di alcuni dipendenti, ci sarà una impiegata al front-office dell’UTC per presidiarlo e rispondere all’utenza.

Parcheggio disabili

Ci sono richieste per avere il parcheggio – con la relativa segnaletica, come la legge in materia prevede - ma gli Uffici non procedono: perché? L’Assessore ai servizi sociali Enza Battista rispondendo all’interpellanza annuncia che è stato incaricato un impiegato per verificare tutte le richieste dato che l’assenza per lungo tempo del Comandante della Polizia Locale ha impedito di svolgere questo servizio.

Palo della Pubblica Illuminazione

Per l’ennesima volta che la minoranza chiede a che punto è la messa in sicurezza di due pali della Pubblica Illuminazione sulla strada “Panoramica” che a causa di altrettanti incidenti sono stati rimossi dalla propria sede. “Uno è stato sistemato a terra – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici Davide Del Re – e sarà rimosso nei prossimi giorni” mentre per l’altro pare sia stata fatta la segnalazione all’UTC che dovrà adoperarsi in merito.

PPTR e PUT

A che punto è l’adeguamento urbanistico al PPTR ed al PUT (i nuovi strumenti previsti dalla Regione Puglia per rispettare normative comunitarie e nazionali in materia di ambiente ed edilizia)? Il Gruppo Consiliare “Per crederci ancora”, facendo presente che nella scorsa consiliatura – a guida Di Medio – era stato dato incarico all’UTC per l’adeguamento del Prg cassanese, ha chiesto lumi all’attuale amministrazione. Ancora una volta Del Re ha spiegato che l’iter non era stato completato dalla vecchia Giunta e che è stato intavolato un dialogo con l’Ufficio Tecnico per capire come agire in proposito. In Regione, fra l’altro, pende una richiesta di rinvio di almeno un anno per l’entrata in vigore di questi nuovi strumenti, date le difficoltà che i Comuni stanno incontrando.

Costo degli incarichi legali

Secondo il gruppo di minoranza, l’Amministrazione Lionetti spende troppo per gli incarichi legali. Del Re, che ha la competenza anche sul “Contenzioso” ha fatto presente che l’Ufficio Legale del Comune non c’è più e dunque necessariamente quando l’Ente deve difendersi non può che nominare un legale esterno i cui costi sono determinati da tariffe vistate dall’Ordine degli Avvocati.

Loculi al Cimitero

Perché, nonostante vi siano già progetti pronti per opere che si pagano da sole, non vengono costruiti loculi presso il Cimitero? E’ da tre anni circa, infatti, che gli spazi sono esauriti e c’è posto solo sotto terra o presso le cappelle private (per chi le ha) e dunque la minoranza ha chiesto conto al Sindaco che si è riservato di rispondere per iscritto entro 30 giorni.