Di Medio: “Crederci ancora per completare il sogno”

presentazione dimedio copy copy

Un voto per completare le opere avviate, i progetti già finanziati, le idee che sono diventate fatti per la città. E’ ciò che ieri sera, in un cinema “Vittoria”, straripante di persone, hanno chiesto agli elettori Maria Pia Di Medio e la sua lista – per la grandissima parte composta da assessori e consiglieri uscenti – alla presentazione ufficiale.

Una conferma per crederci ancora

“Di Medio sindaco – Per crederci ancora” il prossimo 25 maggio sarà in corsa per il rinnovo del Consiglio Comunale cassanese e già dall’inizio della serata si capisce a cosa punta: far sapere ciò che in cinque anni di governo è stato realizzato, le opere che sono state finanziate e in gran parte completate, i benefici che la comunità cassanese ne ha tratto. “Finanziamenti per oltre 9 milioni di euro” spiega il filmato predisposto dallo staff di comunicazione del sindaco uscente, con una lunga elencazione dei progetti nonché dei cantieri che da qui a breve dovrebbero essere attivati, come, ad esempio, l’appalto per la pubblica illuminazione. Di suo, la Di Medio spiega al pubblico, sostanzialmente i suoi elettori, le gravi difficoltà che le leggi finanziarie dello Stato che si sono succedute nel corso del quinquennio hanno fatto precipitare le finanze degli enti locali e in particolare dei Comuni, i primi ad essere colpiti. Come spiegato in Consiglio Comunale dall’assessore al Bilancio, Antelmi da Roma sono arrivate nelle casse comunali 1milione e 400mila euro in meno: una enormità. “Eppure – ha spiegato la Di Medio – ai cassanesi non sono mancati i servizi, anzi in alcuni casi sono stati migliorati: basti per tutti la raccolta differenziata dei rifiuti, che i comuni viciniori ci invidiamo”. Il sindaco uscente spiega che Cassano è un caso concreto di quel “federalismo fiscale” da molti teorizzato ma praticato da pochi: “oggi per il 90% - aggiunge la dottoressa – abbiamo un Bilancio autonomo cioè i cassanesi si sostengono con le proprie tasse non più con i trasferimenti dello Stato”.

Dieci conferme e sei nuovi innesti

Subito dopo, arriva la presentazione dei candidati: 10 conferme e 6 nuovi innesti, alcuni poco noti alla maggior parte cittadinanza cassanese. Per ogni candidato un motto e qualche parola di presentazione: in pochi si soffermano più a lungo. Si preferisce lasciare spazio nuovamente alla Di Medio che elenca alcune idee e progettualità contenute nel programma elettorale, ma prima il sindaco uscente ringrazia pubblicamente il consigliere regionale Ignazio Zullo “per la sua instancabile e preziosa opera: anche se all’opposizione, in Regione ha saputo più volte far valere le ragioni dei cittadini e delle comunità su tanti temi, dalla sanità all’urbanistica e per questo a Nino va il mio ringraziamento anche a nome di Cassano”. Arriva in sala anche la notizia della nascita di Jacopo Lorenzo, secondogenito della candidata consigliera Maria Luisa Abbruzzese.

Il programma elettorale

 Per quel che riguarda il programma, la Di Medio cita più volte la Qualità della Vita facendo riferimento ai principi delle “Smart City” ovvero intelligenti, mobili, sostenibili, che facilitano la vita ai cittadini attraverso una comunicazione efficace ed un uso razionale delle risorse. Anche alla luce di ciò occorre, per la Di Medio, aderire al progetto “Città Sane” che vede coinvolte altre realtà territoriali ed enti locali. 

Il lavoro: può arrivare dal “turismo” e dai comparti ad esso connessi quali, ad esempio, l’agricoltura per cui vengono proposti corsi di formazione per lavori qualificati nel settore, l’incremento delle attività di concerto con il Gal, la promozione dei prodotti tipici grazie alla “De.Co.” ed al mercato a km. zero. L’obiettivo dichiarato è fare di Cassano la “punta di diamante del Parco dell’Alta Murgia”.

Per quel che riguarda le Politiche sociali la lista della Di Medio propone, nella sostanza, il proseguimento di quelle finora attuate: sostegno alle famiglie in difficoltà tramite bonus farmaci, occhiali e ausili per i bambini; i “voucher” per piccoli lavori; il recupero di unità immobiliari da destinare ad abitazioni popolari. Particolare attenzione verrà posta alla prevenzione della violenza di genere con corsi di educazione nelle scuole e promozione della “stanza rosa” come “ambiente di ascolto e aiuto per le donne vittime di qualsiasi tipo di violenza”. Attenzione, poi, al contrasto all’abuso di alcool con campagne di sensibilizzazione.

Opere pubbliche: costruzione di due parchi-gioco; una isola ecologica sulla strada per Mercadante, ad accesso controllato; una centrale a biogas alimentata con la frazione “umida” dei rifiuti; sostituzione degli alberi in via Martire della Repubblica (causa di reazioni allergiche); attenzione al patrimonio edilizio scolastico; alle esigenze dei borghi (approvvigionamento idrico, fogna, collegamenti, ecc.) e alla ristrutturazione del Polisportivo.

Sul centro storico, “Di Medio sindaco” intende dare corpo al progetto di “Rigenerazione Urbana” il cui protocollo – con l’Associazione “Centro Storico di Cassano delle Murge onlus” - è stato sottoscritto qualche mese fa. La Di Medio, inoltre, promette la redazione del PUG (Piano Urbanistico Generale) ovvero il nuovo strumento urbanistico che prenderà il posto del vecchio Prg; ma di quest’ultimo, la lista del sindaco uscente vuole, comunque, adeguare le varianti nonché conformarlo al Piano Paesaggistico Territoriale Regionale.

“Patto per Cassano” rispettato anche in questo caso come già accaduto per la presentazione di Vito Lionetti e della sua lista.