Lunedì 24 Febbraio 2020
   
Text Size

Di Medio: "Sul Garden Village" avevamo visto giusto"

sindaco di medio grande

Sulla recente sentenza del "Garden Village" da parte della Corte Europea di Strasburgo (per cui il bene potrebbe essere restituito al proprietario). riceviamo e pubblichiamo una nota del sindaco di Cassano, Maria Pia Di Medio.

 

La  notizia apparsa  su “Repubblica.it” del 28 marzo: "E' illegittima la confisca di un bene se il reato di lottizzazione abusiva è prescritto". ”Confermata dunque la sentenza di primo grado del 28 ottobre scorso con cui la Corte europea ha liberato da un incubo durato altrettanti anni un imprenditore di Gravina di Puglia. La sentenza in questione condannava l'Italia al pagamento dei danni non patrimoniali per 10mila euro e patrimoniali da concordare (la difesa ha chiesto 500mila euro) a favore dell'imprenditore gravinese accusato di lottizzazione abusiva per il Garden Village di Cassano Delle Murge, realizzato nell'1985. Quando il processo è arrivato in Cassazione, il reato era già prescritto, e l'uomo si è appellato ai giudici di Strasburgo per rientrare in possesso del villaggio, riuscendo a spuntarla. L'ultima sentenza della Grande Chambre, cancella i sigilli in via definitiva.” ci porta ad una serie di considerazioni.
 

La prima è che, senza dubbio, come amministratori abbiamo preso la decisione giusta quando, appena insediati nel 2009, non abbiamo dato seguito all’affidamento del “Garden Village” all’associazione “Cercasi un fine” dopo che il giudice aveva affidato al Comune il bene confiscato.

Siamo stati accusati di essere “i peggiori esseri della terra”, di non avere a cuore il sociale ma, soprattutto, di aver fatto perdere 1 milione di euro di finanziamento all’associazione (a prescindere dal fatto che, per un motivo qualsiasi, l’associazione non avesse ottemperato nei tempi prescritti alla realizzazione completa del progetto, sarebbe stato il Comune a coprirne tutte le spese !).

Bene: oggi cosa sarebbe successo? Ad opere realizzate e a progetto, si spera completato,  chi avrebbe dovuto smantellare tutto per riconsegnare, come effetto della sentenza della Corte Europea, il bene al  proprietario? Il Comune, dato che ne aveva avuto la messa a disposizione .

Chi avrebbe dovuto pagare? Il Comune, per gli stessi motivi di cui  in precedenza.

Non sarebbero stati soldi dei contribuenti sprecati prima per il finanziamento e poi per il ripristino dello stato dei luoghi? E l’Associazione che fine avrebbe fatto?

Tutte le attività poste in essere come avrebbero potuto  sopravvivere?

Sulla vicenda “Garden Village” abbiamo dimostrato che la prudenza messa in campo allora, anche a costo di subire aggressioni politiche, è servita oggi a mettere al riparo il Comune da un danno economico di cui non possiamo nemmeno immaginare le dimensioni.

 

Commenti  

 
#16 Guglielmino 2014-04-01 17:10
se uno non fa niente è chiarissimo che non sbaglia
 
 
#15 Gb x FALSAPOLITICA 2014-04-01 07:56
Sono d'accordo con Lei. Credo che il sindaco, nella foga - sacrosanta - di sottolineare la sua lungimiranza nel non procedere con l'affidamento a "Cercasi un fine" prima della conclusione dell'iter giudiziario, abbia dimenticato del tutto che Cassano vive una ferita gravissima sul suo territorio e soprattutto che il reato è stato commesso e condannato dalla giustizia. Oggi proviamo sulla nostra pelle l'amaro sapore di chi ha ragione nel dire che in Italia chi ha i soldi, si ritaglia il suo pezzo di giustizia. Perchè solo con i soldi puoi allungare a dismisura - con i cavilli cercati dagli avvocati - i processi fino a far prescrivere i reati; e solo con i soldi puoi adire alle aule di giustizia europee per due differenti giudizi. Non ci resta, a questo punto, che attendere la sentenza, per leggere esattamente cosa dice.
 
 
#14 FALSA POLITICA 2014-04-01 07:32
Grazie GB per la doverosa precisazione. Avevo inteso male e me ne dolgo per l'errore anche se, comunque, la questione non cambia. Sono stufo di sentire persone delle istituzioni far passare un reato prescritto come un'assoluzione e, addirittura, speculare per fini elettorali.
 
 
#13 Gb x FALSAPOLITICA 2014-03-31 20:50
Mi permetto di farLe notare che l'Amministrazione Gentile non denunciò alcunchè. IL sequestro preventivo della lottizzazione risale al Febbraio 1997, dunque ben prima del suo insediamento.
 
 
#12 FALSA POLITICA 2014-03-31 19:49
Da cittadino mi sarei aspettato un altro tipo di considerazioni da parte di chi rappresenta le istituzioni. Pur riconoscendo il merito relativo ad una visione lungimirante che ha evitato un ulteriore danno per le casse comunali , non posso esimermi dal constatare che non sia stata proferita alcuna considerazione tesa a mettere in risalto che, ancora una volta, e’ stata commessa un’ingiustizia che rimarrà impunita. D’altronde, non ci si poteva aspettare una ferma posizione di condanna, sia pur morale, da una amministrazione legata, sia a quelle locali del passato che si sono ben guardate dall’andare a mettere il naso in certe faccende in tempo utile da evitarne la prescrizione, sia a schieramenti politici nazionali il cui leader massimo e’ un fuorilegge che, grazie alle prescrizioni e leggi ad personam, si erge a riformatore della giustizia e della costituzione. Credo che l’attuale amministrazione, pur di screditare la precedente che ha avuto il coraggio di denunciare, stia oscurando i principi di giustizia e legalita’ che devono sempre contraddistinguere le istituzioni . Rimango, infine, attonito nel leggere certi commenti di approvazione da parte di persone che, facendo rabbrividire le piu’ accanite tifoserie, si schierano a favore di questo o quell’altro schieramento politico, senza considerare che i fatti, a forte connotazione illecita , creano notevoli danni alla collettività.
 
 
#11 Giùlemanidallamurgia 2014-03-31 19:05
Non c'è altro da dire..è uno schifo..altro che lungimiranza politica, è l'ennesima sconfitta di un territorio violentato da scempi edilizi che, nonostante le chiacchiere ambientaliste degli ultimi anni, restano in piedi. La Puglia è una delle regioni con la percentuale più alta di consumo di suolo e invece di indignarci continuiamo a tutelare ecomostri e i loro genitori senza scrupoli protetti da concessioni edilizie criminali. Altro che "progetto lame"..alla prossima pioggia, scusate il paradosso, "saltiamo tutti in aria".
 
 
#10 lapins 2014-03-31 15:03
Bravo Sindaco.Ben Fatto.Complimenti.
 
 
#9 Onestà 2014-03-31 12:16
In Italia se puoi permetterti una giustizia con dei costi elevatissimi cadi sempre in piedi...non ho parole
 
 
#8 volavola 2014-03-30 18:21
Come volevasi dimostrare,Punta Perotti insegna."Cercasi un fine" dovrà cercare ancora e altrove.Vi prego amici lettori lasciate la politica da parte perchè questa volta ciò che ci ha risparmiato aumenti di balzelli è stato il buon senso e non l'avidità della stessa(politica).Che il responso della Corte sia giunto in prossimità delle elezioni è pura coincidenza. Un saluto.
 
 
#7 gvill27 2014-03-30 17:31
Siamo vicini alle elezioni comunali
 
 
#6 Reality 2014-03-30 15:57
Questa notizia mette i sigilli alla rielezione dalla Di Medio. Gentile &c. ++++++++++++
 
 
#5 per Minestrone 2014-03-30 15:16
I "grembiulini" ce l'hanno fatta..
 
 
#4 Trebbia 2014-03-30 14:31
Viva i paladini della giustizia...
 
 
#3 leggo 2014-03-30 13:43
E' tutto un MINESTRONE. Ormai è risaputo con i soldi si ottiene anche
l'impossibile. HA Visto bene l'amministrazione DI MEDIO !!!!!!!!
 
 
#2 Cassanese stufo 2014-03-30 12:09
Gentile redazione, gentilmente evitate di riproporre la foto del nostro sindaco che tiene il discorso in uno dei posti più "irritanti" di Cassano: un parco giochi abbandonato e chiuso... il sabato, la domenica, in ogni occasione in cui un genitore vuole portarci il proprio figlio a giocare. Grazie!
 
 
#1 Minestrone 2014-03-30 09:18
Avanti tutta! Forza di Medio!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.