Venerdì 25 Settembre 2020
   
Text Size

Elezioni Politiche a Cassano: chi ha vinto realmente?

elezioni-politiche-2013-500x320

In questi giorni ho letto sulla stampa locale molti interventi sui risultati elettorali, alcuni particolarmente faziosi e fantasiosi, che analizzavano i risultati alla ricerca del “miglior perdente”, quasi una caccia alle streghe che potesse semplicemente rafforzare le proprie opinioni senza però contestualizzarle. Mi sono incuriosito perché i dati, come esposti al di fuori di un ambito comparato, poco potevano dire circa i flussi elettorali nel nostro paese. Alcuni commentatori vedevano nelle candidature locali una differenziazione tra le varie proposte, altre una bocciatura per l’Amministrazione Di Medio o una stroncatura del Partito Democratico. Come sempre la politica cerca di analizzare i dati di “convenienza” offrendoci forse letture distorte.

Il confronto non può limitarsi alla semplice analisi rispetto alla precedente competizione, o almeno non solo. Questo può suggerirci nell’immediato un risultato plastico della vittoria o sconfitta, di per se però non veritiero se non analizzato anche nel contesto territoriale più ampio. Vi propongo (in soli termini percentuali altrimenti non avrebbe a mio avviso senso) questa tabella.

 

 

Puglia

 

Pr. Bari

 

Cassano

 

 

 

 

 

 

 

PD

 

18,48

 

17,15

 

14,55

2008

 

31,0

 

29,7

 

29,53

 

 

-12,52

 

-12,55

 

-14,98

 

 

 

 

 

 

 

PDL

 

28,92

 

28,75

 

28,5

2008

 

45,62

 

47,96

 

48,3

 

 

-16,7

 

-19,21

 

-19,8

 

 

 

 

 

 

 

Centro

 

10,48

 

10,12

 

7,28

2008

 

7,94

 

7,16

 

7,03

 

 

2,54

 

2,96

 

0,25

 

 

 

 

 

 

 

5 stelle

 

25,52

 

26,88

 

28,77

Anche questa è fuorviante in quanto non tiene conto delle alleanze che sono comunque una strategia elettorale delle forze politiche per intercettare il consenso. Teniamo presente che in questa tornata elettorale il CDX e in parte il CSX hanno frammentato la proposta politica con molte più liste. Una maggiore lettura potremmo quindi averla con dati aggregati che vi rappresento in quest’altra tabella in cui sono stati sommati i voti per schieramento, quindi guardando al candidato premier che capeggiava la coalizione.

 

 

 

 

Puglia

 

Pr. Bari

 

Cassano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2013

 

PD

 

18,48

 

17,15

 

14,55

 

 

Sel

 

6,54

 

7,14

 

8,78

 

 

CD

 

1,44

 

2,33

 

0,93

 

 

 

tot

26,46

 

26,62

 

24,26

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2008

 

PD

 

31

 

29,7

 

29,53

 

 

 

diff

-4,54

 

-3,08

 

-5,27

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2013

 

PDL

 

28,92

 

28,75

 

28,5

 

 

Altre

 

4,02

 

3,37

 

5,17

 

 

 

tot

32,94

 

32,12

 

33,67

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2008

 

Pdl

 

45,62

 

47,96

 

48,3

 

 

Altre

 

1,77

 

1,03

 

0,44

 

 

 

tot

47,39

 

48,99

 

48,74

 

 

 

diff

-14,45

 

-16,87

 

-15,07

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2013

 

Centro

 

10,48

 

10,12

 

7,28

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2008

 

 

 

7,94

 

7,16

 

7,03

 

 

 

diff

2,54

 

2,96

 

0,25

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2013

 

Riv.Civ.

 

2,43

 

2,21

 

3,75

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2008

 

Sinistra

 

3,31

 

3,04

 

3,31

 

 

IDV

 

5,42

 

5,43

 

5,42

 

 

 

tot

8,73

 

8,47

 

8,73

 

 

 

diff

-5,42

 

-5,43

 

-5,42

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2013

 

5 stelle

 

25,52

 

26,88

 

28,77

Da questo si evince un quadro diverso.

La politica locale non ha influito sull’esito del voto che è assolutamente in linea con il trend territoriale. Le piccole differenze sono imputabili alle candidature nostrane. Ci dicono che gli spostamenti sono prevalentemente all’interno della stessa area di riferimento.

I maggiori consensi sono stati persi dalla sinistra radicale (dico maggiori non in termini numerici, ma perché lo schieramento ha perso più del 70% di consenso che poteva vantare) che ci suggerisce una forte emorragia di voti verso il Movimento 5 stelle che ha intercettato questi consensi e da parte del CDX che ha però ceduto una parte del suo elettorato ai centristi di Monti (non nel nostro paese). Meno perdite per il Centro Sinistra nel suo insieme, più marcate a Cassano per il PD solo in parte compensate da SEL, ma aggregando i dati in aree più vaste (destra-sinistra) possiamo tranquillamente rilevare che il neonato movimento è assolutamente trasversale, con una maggiore propensione verso il CDX.

In definitiva la protesta non è verso una sola area, ma verso il “Sistema”. Ultima lettura mi dice che, così come sempre rilevato nei trend storici, Cassano è certamente un paese dove registriamo un maggior radicamento del CDX .

Una postilla interpretativa. Teniamo comunque presente una riduzione del numero di votanti con una perdita di circa il 5% ascrivibili in maggior parte al CDX e che quindi sono da “sommare” in positivo per quello schieramento. Nell’analisi ho comunque considerato SEL vicina al PD. Ho considerato una compensazione tra le forze comunque “governative” e quelle candidate all’opposizione. Il ragionamento vale quindi anche per l’IDV alla tornata elettorale del 2008.

Commenti  

 
#3 FALSA POLITICA 2013-03-04 20:33
Provo a fare un'analisi dei dati riportati da Grillaio: L'area di CSX ottiene il 29% circa dei consensi ( PD+SEL+RIVCIV). L'area di CDX ottiene il 43% circa dei consensi ( PDL + CENTRO). Rispetto al 2008 entrambe le suddette aree hanno perso rispettivamente il 2% ed il 4% dei voti, confluiti nel M5S. In definitiva ad aver fatto la differenza sono stati gli ex astenuti alla precedenti elezioni, vale a dire tutta quella moltitudine di gente che si e' sempre disinteressata alle tematiche della politica e che oggi si riscopre portatrice di idee e rinnovamento. Se Monti non avesse deciso di scendere/salire in politica, oggi ci saremmo ritrovati con l'ennesimo governo del sire pagliaccio, situazione altrettanto drammatica di quella reale dell'ingovernabilita'. A voi grillini che gridate vittoria ai quattro venti,( ma poi vittoria di che?) il paese ha bisogno di gente che sappia governare con onesta', responsabilita' e capacita'. Basta con le chiacchiere e gli insulti, se siete capaci dimostratelo con i fatti.
 
 
#2 Franco 2013-03-04 18:47
Non arriveremo al prossimo anno!!! Vedrete!
 
 
#1 ZERO IN CONDOTTA 2013-03-04 09:25
analisi giusta è il PDL il vero sconfitto. DEVI VEDERE A LIVELLO LOCALE COSA DEVE SUCCEDERE L'ANNO PROSSIMO !!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.