Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/teodoro_santorsola.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/teodoro_santorsola.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Santorsola (Nid): Un Museo senz’anima!

teodoro santorsola

 

Ma quale Museo! Solo la ghiotta occasione per affidare incarichi per altri 40 mila euro. Il Direttore? Lo sceglierà da sola il Sindaco! La “Cultura” di questa maggioranza? Fare tutto sempre in fretta fra pochi intimi maggiorenti. Verrà fuori un gran bazar.

“Nuova ideadomani si oppone convintamente e strenuamente al modo con cui l’amministrazione Dimedio ha avviato l’istituzione di un Museo per le ragioni che qui spieghiamo.

La maggioranza Dimedio spaccia la “creazione” del Museo di Cassano come un’operazione culturale; in realtà ha già si registrano le sembianze di un perfetto poltronificio, giacché ci saranno da assegnare incarichi e, soprattutto, posti a sedere. Il Museo, infatti, prevede posti da assegnare e spartire. Ci vorrà un Direttore del Museo che dovrà farsi aiutare da un Conservatore! Entrambi nominati direttamente dal Sindaco.

Altro punto dolente: dalla gestione diretta –cioè del Comune – si potrà passare a quella affidata a terzi, cioè a corpi estranei all’Ente. Il tutto, ovviamente, immaginiamo con le solite modalità strane delle gare targate Dimedio & Co. È prevista la realizzazione di siti per l’accoglienza, bar compreso. Insomma, trasformare il polo culturale del Palazzo Miani Perotti, in zona clientelare e commerciale.

La maggioranza Di Medio “ha nascosto” al Consiglio del 23 marzo scorso, (durato sei ore per la strenua e solitaria opposizione di “nuova ideadomani), l’atto con cui la Giunta, il 20 marzo, ordinava al responsabile dell’ufficio tecnico di individuare ben quattro tecnici per ristrutturare gli immobili di via Sanges. Opere murarie non finanziabili dal Bando regionale, eppure ci provano. Un’altra operazione, cioè, per affidare incarichi e spendere ancora 40mila euro! Il tutto deciso in una notte e, cosa ancor più grave, prodotto prima del Consiglio Comunale; con una precauzione: tenere questi atti ben nascosti, cioè non pubblicandoli! Evviva la trasparenza (a proposito: ma non c’è pure l’assessore alla trasparenza?).

Si spendono anche 4mila euro per la museologa che è stata individuata testualmente:<<Visto inoltre il curriculum pervenuto dalla dr.ssa Alessandra Fumarola, con laurea specialistica in storia dell'Arte e Archeologia … la medesima possiede le capacità necessarie per elaborare un progetto museologico …>>. Ora al Comune hanno anche la sfera di cristallo! Conoscono gli “sconosciuti” con le capacità necessarie

La maggioranza Dimedio si è ‘costruito’ un Regolamento grazie al quale il Sindaco da sola potrà nominare il Direttore e il Conservatore del Museo. Il Direttore serve? Certo che serve, ma se individuato da un concorso pubblico e non, come vuole il loro Regolamento, nominato dal sindaco sulla base della sua personale valutazione del curriculum. Idem dicasi per il Conservatore. Nella Pubblica Amministrazione le assunzioni si attuano con concorsi pubblici e non per volontà dei Sindaci. E ci sarebbe da dire altro …

Ma perché “ideadomani si è fermamente opposta al provvedimento? Perché è un atto senz’anima, senza identità, senza un progetto serio! Insomma, un’altra pagina molto buia di Dimedio & Co. che continua a conquistare medaglie d’oro per scarsa trasparenza e zero per programmazione.

Intanto ancora lampadine che si spengono! Altro che Museo! Quello che hanno in mente è molto più simile ad un gran bazar...


 

Teodoro Santorsola

Capogruppo di “nuova ideadomani"