Cromofabula, oggi la presentazione conclusiva del progetto

CROMOFABULA

 

La bellezza si fa strada con Cromofabula, sentieri e narrazioni e la street art non è mai stata così human e digital. La Regione Puglia, con il programma d’interventi “STHAR LAB” – Street Art, ha promosso idee per la creazione di nuovi prodotti e servizi, sperimentando progetti di fruizione innovativa in grado di attivare percorsi culturali di relazione pubblica e collettiva.

Il progetto “CROMOFABULA, SENTIERI E NARRAZIONI” riflette quel patrimonio immateriale collettivo che vede la sua genesi in forme d’innovativa bellezza tramite il finanziamento regionale di 40 mila euro del bando “STHAR LAB” – Street Art.

Di tutto questo e tanto altro si parlerà venerdì 10 dicembre, alle ore 18:00, nel corso di un incontro pubblico nella Sala Conferenze – Biblioteca civica, Palazzo Miani Perotti a Cassano delle Murge. Intervengono la professoressa Laura Marchetti - Antropologa e Docente dell’Università di Reggio Calabria, il Professor Alfonso Pisicchio – Vicedirettore dell’Accademia di Belle Arti di Bari, l’Ingegner Giuseppe Milano - Urbanista, il Dott. Salvatore Pepe – imprenditore e ideatore del mosaico digitale, la Dott.ssa Maria Pia Di Medio – Sindaco di Cassano delle Murge e il geometra Michele Campanale – Assessore alla rigenerazione urbana. Modera la Prof.ssa Francesca Marsico – ideatrice del progetto e Presidente della II Commissione.

CROMOFABULA è curiosità, idee, creatività e amore per la propria terra, possibilità di tracciare un’impronta indelebile nella comunità cassanese riattraversandone la storia, le tradizioni, le fiabe. Fiabe (e leggende), ossia narrazioni, tramandate oralmente con il semplice scopo di divertire, raccontare, riportare la saggezza popolare e, contestualmente, indicazioni antropologiche della nostra cultura, dell’economia e delle abitudini passate della piccola comunità cassanese.

Queste storie, diventate oggetto di rappresentazione artistica ovvero di murali, sono raffigurate dagli artisti selezionati con il concorso comunale a loro rivolto. Cassano vede la realizzazione di queste opere nei luoghi di riferimento per la cultura e la formazione: la Biblioteca civica sarà impreziosita dall’opera di Massimo Nardi dedicata al “Dio Giano”, la scuola di via Gramsci con l’opera “Il sogno” di Maristella Campanelli, la scuola dell’infanzia di via Galietti con l’opera di Amalia Tucci dedicata alla “Femmina Morta” e la scuola media con il “Mandala cassanese” di Arianna Angelillo. 

Nel pieno rispetto dell’ambiente e in sostituzione della tradizionale vernice, per le opere sono stati utilizzati materiali innovativi, ecosostenibili e di altissima qualità dell’azienda pugliese Graffiti for Smart City. 

La finalità è di far crescere il senso di appartenenza, in un mondo in cui le radici della propria identità storica sono l’unico rifugio e rimedio per quei valori etici e formativi di ritorno alla centralità dell’uomo e dell’umanità, quali risposte allo sfruttamento della terra e alla negazione del principio di uguaglianza tra gli uomini, attraverso la rievocazione delle storie e l’attenzione per i temi di tutela dell’ambiente, della salute e di rigenerazione urbana. 

Il progetto ha previsto anche postazioni di Wi-Fi gratuito sia in Piazza Moro che in Biblioteca e l’illuminazione di Torre Civica e Piazza Rossani.