CONTROLLI SU SCARICHI ABUSIVI FRANTOI

frantoio

Resi noti dal Comandante Provinciale di Bari del Corpo Forestale dello Stato,  Giovanni Misceo e dal Direttore generale dell'Acquedotto Pugliese, Massimiliano Bianco, i risultati della campagna di controllo tesa a contrastare il fenomeno degli scarichi illeciti dei frantoi nella provincia di Bari e della Bat che ha interessato anche Cassano delle Murge oltre che i Comuni di Bitonto, Palo, Andria, Canosa, Monopoli, Mola, Putignano e Turi.
L'attività svolta nel febbraio scorso, ha interessato una sessantina di frantoi scelti a campione.

Le irregolarità, oggetto di sanzioni penali e amministrative in materia di trattamento e smaltimento delle acque reflue, sono state rilevate nel 25 per cento delle aziende sottoposte ai controlli.

Quindici le comunicazioni di reato a carico dei titolari dei frantoi oleari per scarichi in rete fognaria, nel sottosuolo, per smaltimento abusivo di acque di vegetazione sul suolo; trentuno le sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a 75mila euro.

L'intervento condotto dalla forestale ha evidenziato gli effetti negativi degli scarichi illegali: grave impatto ambientale, un danno nella qualità del processo depurativo i cui costi aggiuntivi finiscono per ricadere su tutti i cittadini.

La collaborazione della Forestale con Aqp si consoliderà nei prossimi mesi: le operazioni di controllo verranno estese ad altre attività produttive.