Mercoledì 08 Dicembre 2021
   
Text Size

Rifiuti tombati lungo il Torrente "Picone"_il video

forestale 0

Nell’ambito delle indagini delegate dalla D.D.A. di Bari al Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, i Forestali di Cassano delle Murge, dopo una complessa indagine tecnica condotta con l’ausilio del C.N.R. di Bari, hanno portato alla luce una notevole quantità di rifiuti, pericolosi e non, tombati in uno dei versanti del Torrente Picone, in agro di Sannicandro di Bari, località Parco delle Grotte, in area sottoposta a vincolo paesaggistico.

Gli uomini della Forestale, nel corso di una perlustrazione, avevano notato che dal terreno in questione affioravano rifiuti di vario genere. Inoltre, dall’analisi dello stato dei luoghi e delle ortofoto appariva evidente che, nel corso degli anni, era stata svolta una graduale e costante attività di riempimento di parte dell’alveo del torrente, con il risultato di occultare un illecito smaltimento di rifiuti e nello stesso tempo ottenere una maggiore superficie coltivabile.

Un secondo sopralluogo, svolto con la collaborazione del personale del C.N.R. di Bari e con l’ausilio della strumentazione georadar, aveva confermato l’elevata probabilità della presenza di rifiuti nel sottosuolo.

L’attività di escavazione eseguita nei giorni scorsi ha riscontrato tale ipotesi, portando alla luce cumuli di materiali contenenti amianto, rifiuti derivanti da attività di costruzione/demolizione, miscele bituminose, pneumatici fuori uso oltre a vetro, plastica e rifiuti urbani non differenziati.

Inoltre, le stesse radici dell’uliveto sovrastante il terreno affondavano tra i rifiuti, tanto che sono in corso approfondimenti istruttori per verificare eventuali ripercussioni critiche sulle colture olivicole.

I tre proprietari del terreno (tutti di Sannicandro di Bari) sono stati denunciati per discarica abusiva, oltre che per violazione della normativa a tutela del paesaggio.

 

CLICCA QUI E GUARDA IL VIDEO DELL'OPERAZIONE

 

 

Commenti  

 
#7 Romeo 2015-01-23 13:21
Mi fa piacere che la forestale ogni tanto si ricordi del territorio. Hanno fatto un video del loro operato durante l'emergenza neve?
 
 
#6 FALSA POLITICA 2015-01-23 10:41
Un po di tempo fa trapelo' la notizia di un episodio simile che vedeva coinvolto un noto imprenditore locale. Alle ultime amministrative il relativo rappresentante e' stato uno dei piu' suffragati. Questo e' il paese che molti preferiscono.
 
 
#5 70020 2015-01-23 08:09
Ci vogliono pene esemplariii!!!! Confisca di tutti i beni intestati ai proprietari e prestanomi, pagamento di tutte le spese di bonifica, lavorare agli scavi per la bonifica e poi impossibilita' a ottenere una qualsiasi autorizzazione o licenza compreso il passaporto. I furbi sono assai e la legge è troppo permissiva. Basta!!!
 
 
#4 Si sapeva... 2015-01-22 17:46
Non dimentichiamoci che Carmine Schiavone, oltre che denunciare la situazione della terra dei fuochi, ha dichiarato che anche nell'alta murgia sono stati smaltiti rifiuti tossici.
 
 
#3 enigma 2015-01-22 16:50
come mai i quintali di amianto buttati da tempo lungo una traversa della panoramica non vengono visti?
 
 
#2 toro 2015-01-22 15:53
credo che ora le fanno pagare un po di sodi un po di arresti domiciliari e poi si ricomincia perchè il lupo il pelo perde ma non il vizio a questi signori dico che devono solo vergognarsi come si fa per il dio denaro fare tutto questo bisogna seppelirli insieme ai loro rifiuti
 
 
#1 Aspiranteonesto 2015-01-22 12:58
Criminali! Assassini!
Ci coltivano pure dei prodotti sopra e ce li vendono, avvelenandoci!
Spero che vengano puniti severamente!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.