Venerdì 25 Settembre 2020
   
Text Size

I GIOVANI DEL PD CHIAMANO ZAIA

logo_Giovani_Democratici

 

Per ora è solo una proposta di legge: vietare la macellazione della carne di cavallo (ma non la vendita né il consumo). Ma tanto è bastato perché nella vicina Santeramo in Colle vi fosse una levata di scudi. La cittadina murgiana, infatti, è nota, oltre che per i salotti di Natuzzi, per la carne equina che viene gustata e preparata in tanti modi diversi. Non solo food, ovviamente ma anche business: attorno alla macellazione e vendita della carne equina, infatti, ruota un giro d’affari non indifferente che ora si vede minacciato.

Anche Cassano, nel suo piccolo, ha diverse macellerie che trattano questo tipo di carne e sicuramente tanti buongustai che periodicamente fanno visita alle rosticcerie santermane per gustare il prodotto. Non ci sembra fuori luogo, dunque, pubblicare un comunicato-invito che i Giovani Democratici di Santeramo hanno inviato al Ministro alle politiche agricole, Luca Zaia (che sostiene il progetto presentato  dalla vicepresidente della commissione Cultura della Camera dei Deputati, Paola Frassinetti) affinché venga nella nostra terra ad assaggiare le prelibatezze locali, prima di prendere qualunque decisione.

 

La’ si mh mangjht’ la carn’ dh’ cavadd’?

Apprendiamo dagli organi di stampa che il Governo di centrodestra avrebbe intenzione di vietare la macellazione e la vendita di carne equina e nella ormai nota predisposizione nordista e nella fattispecie del suo Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Luca Zaia, sfugge che al sud ed in particolare nel nostro comune, la macellazione e la vendita sia al dettaglio che all’ingrosso della carne di cavallo è un aspetto importante dell’economia locale.

In particolare il nostro comune è famoso in provincia, nella regione, ma ormai in tutta Italia per le famose rosticcerie che commercializzano la carne equina.

Riscontriamo ancora una volta che il Governo di centrodestra continua a mettere in ginocchio il nostro sistema produttivo. Dopo l’indifferenza sulla questione Natuzzi, rileviamo che vengono approntate riforme non tenendo conto degli effetti negativi e devastanti che quest’altro provvedimento porterà al nostro comune già vessato dalla crisi occupazionale e dalla fuga delle giovani generazioni altrove. Riforme nordiste che non trovano ostacolo nel pensiero dell’unico  ministro del sud che dovrebbe rappresentare la Puglia, Raffaele Fitto.

Probabilmente il ministro Zaia non ha mai avuto la fortuna di essere invitato a fare un tour enogastronomico al sud, ad assaggiare oltre alle famose orecchiette e cime di rape, funghi cardoncelli, pesce e ricci delle migliori qualità, anche la carne di cavallo.

Pertanto invitiamo i dirigenti locali dell’ancora tormentato PDL a farsi portavoce presso il ministro Zaia di un nostro invito a raggiungerci a Santeramo, in cui l’accompagneremo in giro non solo per ammirare la nostra Murgia, ma soprattutto per assaporare nelle molte rosticcerie cittadine la carne equina……Tranquilli anche quelli del Nord al Sud sono ospiti: PAGHIAMO NOI.

Di seguito riportiamo per intero l’invito che è stato inviato al Ministro Zaia.

Illustrissimo Ministro Luca Zaia,

Dopo aver appreso dagli organi di stampa che il Governo avrebbe intenzione di vietare la macellazione e la vendita di carne equina, saremmo lieti, prima di avviare la discussione in Parlamento e l’approvazione della legge, di averLa come nostro ospite a Santeramo in Colle (Bari), per farLe assaporare le fantastiche prelibatezze che preparano i nostri macellai con la carne equina.

Certi di un VS celere riscontro, Le porgiamo distinti saluti.

Commenti  

 
#6 lorso 2010-01-30 22:25
Bisognerebbe inserire in quella legge anche il maiale, visto che è diventato animale da compagnia, ottimo per la ricerca di esplosivi, ottimo per la ricerca del tartufo!!!! Pensate alla pena di morte che vige in alcuni stati USA, Cina, Turchia.......
 
 
#5 ARON 2010-01-30 17:57
X DORA

I SENSI DI COLPA TI DEVONO VENIRE PRIMA DI MANGIALRA E NON DOPO,A QUANTO PARE NON TE NE FREGA MOLTO DEI CAVALLI ALTRIMENTI NON LA MANGERESTI.TUTTI GLI ANIMALI SONO INTELLIGENTI E DEFELI, NON SOLO I CAVALLI.....BASTA CON QUESTA IPOCRISIA!!!
 
 
#4 dora 2010-01-17 19:54
devo ammettere che anche a me dispiace tanto che ammazzino i cavalli,anche se di tanto in tanto la mangio anche io la carne di cavallo.Comunque questa legge mi farebbe piacere,credo che non sarebbe un problema se non la mangiassi più ,penso che sia questione di abitudine.Una cosa è certa,che ogni volta che la mangio mi vengono i sensi di colpa perchè il cavallo è un'animale molto intelligente e fedele all'uomo indipendentemente di destra o di sinistra.
 
 
#3 lezrael 2010-01-17 04:25
Sono vegetariano, abito al Sud e voto centrosinistra (tanto per capire chi sono). In questo caso mi schiero completamente a favore di questa proposta che considero come un atto di alta civiltà. So bene che molte macellerie qui al Sud vedono carne di cavallo ma secondo me è come mangiare carne di cane o di gatto: i cavalli sono utilizzati in vari sport, nella pet-terapy, dai carabinieri, tirano ancora qualche carretto, nei film, nei circhi, nelle rievocazioni storiche (come nella mia città)... cioè sono uili in molti ambiti e sono quasi animali domestici. E poi sono animali così belli: come si fà a mangiarli?!? Vabbè, poi io sono vegetariano, ma questa è un'altra storia (o forse no?).
 
 
#2 Outsider 2010-01-09 14:06
Che storia...
 
 
#1 mah 2010-01-09 03:11
va bene la difesa di questa tradizione, ma non intingeteci il pane!!!!
da quanto letto la proposta è bipartisan e non, invece, del solo governo di centrodestra!!! ma anche su questo serve fare politica? mah!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.