Sabato 20 Agosto 2022
   
Text Size

Piattaforma: il Comune non la da, la Teknoservice non la chiede

IMG_20210301_175944 (1) 

 

Ancora in “alto mare” la questione del Centro Comunale di Raccolta (CCR) di via Mellitto che sembrava ad un passo dall’entrare in funzione (l’Ufficio Tecnico comunale aveva dato perfino l’autorizzazione alla messa in esercizio, il 22 luglio dell’anno scorso) e che invece resta ancora inutilizzata.

Dopo aver “scoperto” – a quindici anni dal progetto e a circa dieci dalla sua realizzazione - che non erano state previste le pensiline a protezione di alcune tipologie di rifiuti che non possono, per legge, essere esposti alle intemperie e soprattutto all’acqua piovana dunque vanno protetti, il Comune ha provveduto a farne costruire una bella grande (che vedete in foto) spendendo altri 20mila euro.

Tutto pronto, dunque, per trasferire dalla piattaforma di via Calabria a via Mellitto il CCR?

Macchè!

Per non meglio precisati “problemi” con la ditta che gestisce la raccolta differenziata, la “Teknoservice”, il trasferimento al momento è bloccato.

Gli utenti sono ancora costretti a fare la fila nel capannone della zona artigianale, sempre meno adatto allo scopo.

Pensare che, fra l’altro, al CCR è previsto debba entrare in funzione anche il “Centro di Riparazione e Riuso” (quello nella foto sotto), finanziato dalla Regione Puglia, assieme ad altre opere del CCR, con oltre 300mila euro e che dovrebbe servire per riparare e riutilizzare mobili, oggetti, giocattoli, dandogli nuova vita.

IMG_20210301_180119

 

Anche in questo caso tutto è fermo né risulta che la “Teknoservice” abbia rivendicato l’utilizzo di questa piattaforma, preferendo pagare un lauto affitto ai proprietari del capannone di via Calabria e non utilizzare il CCR di via Mellitto.

Dove, fra l’altro, le centinaia di piante e alberelli messi a dimora nelle scorse settimane stanno facendo una brutta fine: la recente scarsità di piogge e senza nessuno che andava ad innaffiare hanno provocato il rinsecchimento e la morte dei verdi arbusti.  

IMG_20210301_175948

 

Ma per quanto tempo ancora i cassanesi dovranno attendere per avere una piattaforma dove conferire e riciclare i rifiuti degna di questo nome? Perchè il Comune non consegna il CCR alla "Teknoservice"? E perchè quest'ultima non reclama l'utilizzo del Centro e avvia le attività a favore della collettività cassanese dalla quale percepisce un canone annuo milionario?

Commenti  

 
#12 Spazzatura 2021-03-20 13:39
E la spazzatrice?
Che fine ha fatto?
Nel garage.......
 
 
#11 muro 2021-03-14 20:17
Questa mattina sono andato a lavorare nel mio terreno.Solo che anziche' lavorare sulle piante ho lavorato a pulire l'immondizia che qualche porco a buttato nel terreno e gli animali hanno rotto le buste e sparpagliato.Ovviamente i pneumatici non mancano come le bottiglie di birra.UNO SCHIFO E INCIVILTA' TOTALE.Ma questi porci hanno dei figli o dei nipoti?Non pensano che mondo gli lascieranno?
 
 
#10 Verità 2021-03-12 05:00
Zona cava, via zoppo zippo, tratto interrotto via panoramica, bustoni di rifiuti e materiale di scarto ricavato da pulizia guardini. È una discarica a cielo aperto. Fate qualcosa, mandate qualcuno a pulire. Nel pieno del verde, rifiuti ovunque, scandalosi.
 
 
#9 cassanesissimo 2021-03-09 19:39
e' tutto un magna magna.
 
 
#8 Rapido 2021-03-09 18:51
Perché... Perché.... Perché.... Perché.... Perché è un giochetto dei soliti. Ecco perché!
 
 
#7 michele.cassanese 2021-03-09 17:48
Ma che fine ha fatto il 'mezzo speciale' che doveva pulire il Centro Storico?
 
 
#6 ... 2021-03-09 16:42
Queste domande fatele all'assessore al ramo (secco).
Alla verità è molto semplice arrivare ma quella non verrà mai detta, per ovvie ragioni che non posso certo scrivere.
 
 
#5 fine 2021-03-09 16:03
Ormai manca poco più di anno alla fine di questa agonia amministrativa.
 
 
#4 Cittadino Attento 2021-03-09 15:02
Qualcuno sa chi è il proprietario del capannone di via Calabria? La spiegazione potrebbe essere tutta lì.
 
 
#3 123 2021-03-09 14:56
Evvaiiiiiiiiiii....ye bell....ye bell asse'
 
 
#2 Piripicchio 2021-03-09 13:11
Buongiorno, ma perché il comune di Cassano esiste.
 
 
#1 Cittadino 2021-03-09 12:26
20000 euro per quella pensilina e eccessivo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.