Domenica 20 Settembre 2020
   
Text Size

"Casa Bianca"? una discarica. Le minoranze interpellano la Sindaca

casa-bianca

Da luogo di eccellenza sanitaria a discarica a cielo aperto di ogni genere di rifiuti.

Il triste destino della ex casa di cura privata "Casa Bianca", in piazza Dante a Cassano delle Murge, si alimenta ogni tanto di nuovi e brutti capitoli di una storia che non sembra aver fine.

I cinque Consiglieri Comunali di minoranza hanno presentato alla Sindaca, nei giorni scorsi, l'ennesima interpellanza sulla vicenda della struttura cassanese, invasa da rifiuti che non solo aumentano il degrado dell'area, in pieno centro cittadino, ma provocano la nascita di insetti, ballte e roditori che spesso e volentieri sconfinano nella vicina "Villa dei Caduti" dove c'è un'area gioco per i bambini.

 

Scrivono Teodoro Santorsola, Amedeo Venezia, Davide Del Re, Linda Catucci  e Rocco Lapadula: "Sono ormai più di tre anni che detto immobile – patrimonio immobiliare del Comune di Cassano – è desolatamente dimenticato dalla Sua Amministrazione. La situazione attuale impone un intervento di bonifica, ma, soprattutto, un monitoraggio di tale crescente e deplorevole fenomeno.  Tutto ciò premesso la interpelliamo per chiedere: è a conoscenza di tale ignobile situazione? Se sì, quando e come intende far tempestivamente intervenire la ditta per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti? cosa intende fare per evitare che ciò si verifichi ancora?".

La Sindaca Maria Pia Di Medio ha detto, nel corso del Consiglio Comunale che è perfettamente a conoscenza della situazione ma che si impegnava a rispondere per iscritto alle domande delle opposizioni. 

Nata sulle ceneri dell'ex ospedale "Conte di Torino", abbattuto per far posto ad un "Day-center" per anziani, mai realizzato, la struttura nei pressi di piazza Dante fu poi affittata ad alcune società del settore sanitario per poi essere abbandonata, nel novembre 2015, definitivamente dall'ultimo affittuario, la società ravennate "Medicol" del gruppo "Villa Maria" che spostò tutte le attività a Conversano. 

In quasi cinque anni dell'ex clinica privata non rimangono, praticamente, che i muri perimetrali: dall'interno, infatti, prima sono stati portati via - su permessi informali del Comune - suppellettili utili quali scrivanie, poltroncine, sedie che l'affittuario aveva lasciato poi l'onda di furti e vandalizzazioni l'ha letteralmente travolta e oggi lo spettacolo che si presenta agli occhi di chi la "visita" è allucinante fra macchinari cannibalizzati, impianti depredati e rifiuti di ogni genre, anche nelle aree esterne.

Eppure nei cassetti del Comune sono ferme da tempo almeno quattro proposte di altrettante società nell'ambito socio-sanitario che vorrebbero affittarla e rimetterla in sesto ma l'Amministrazione Di Medio non ha ancora dato il via libera al Bando che la metta in affitto, permettendo ai privati di rilevarla.

Pur inserendo ogni anno - nel Bilancio comunale - la somma di circa 62mila euro che in teoria dovrebbe essere introitata proprio da quell'affitto. Fantasma, a questo punto.

 

 

 

Commenti  

 
#11 Cittadino 2020-08-15 08:03
Bugiardaaaaaa
 
 
#10 Agosto 2020-08-13 21:52
Brava Pia brava brava ...vieni vieni che ti sto aspettando....promesse e solo promesse in campagna elettorale poi tutto piatto....sciatavinn sciat
 
 
#9 Speranza 2020-08-10 22:39
L ideale sarebbe utilizzare questa struttura per aprire un nido pubblico visto che Solo Cassano nn ne possiede ancora uno
 
 
#8 Giggetto 2020-08-10 20:34
che tristezza!
Come mai i signori assessori tacciono?
Eppure vi paghiamo. Ben 900 euro al mese cadauno.
Ed il signor vicesindaco? Nulla da dire? Eppure lo paghiamo. Ben 1600 euro al mese.

La Casa Bianca è il paradigma vivente di questa sfortunata città: un tempo luogo ammirato, ambito, di piccole e grandi eccellenze, poi lentamente il vuoto, poi inesorabilmente terra di nessuno, luogo di predoni, di vandali, di ruberie e di finte poste nel bilancio. Sindaco da quanti anni doveva essere emanato il bando per l'affidamento? Eppure tre anni fa la Casa Bianca era ancora recuperabile. IO SPERO CHE INTERVENGA LA MAGISTRATURA E LA CORTE DEI CONTI PER "MALAGESTIO". Siate maledetti!
 
 
#7 TONY C. 2020-08-05 07:45
In questo momento particolare perché non si recupera lo stabile e si pensa di destinarlo alla scuola per i nostri ragazzi? Anche altri immobili, chiusi e abbandonati, potrebbero essere attrazzati e resi fruibili dagli studenti cassanesi, senza stare a perdere tempo, per settembre si risolverebbe un penoso problema.
 
 
#6 michele.cassanese 2020-08-05 07:24
Cassano ormai è una discarica!
 
 
#5 Salve 2020-08-04 17:46
Ancora una volta complimenti a chi l'aveva votata...
 
 
#4 francesco c. 2020-08-04 14:31
E lasciatela stare in ferie, e che ca... Manco le ferie contenta si può fare la signora?
 
 
#3 Trasparenza 2020-08-04 12:17
Quali sono le 4 proposte nei cassetti del Comune? Si può spronare l'amministrazione a contrattare, decidere in trasparenzae a farlo in fretta?
 
 
#2 Sciatavinne 2020-08-04 08:31
In due anni che restano a questi signori, Cassano diventerà una masseria dell'800.
 
 
#1 Ciro 2020-08-04 08:21
Peccato si. Una struttura ormai abbandonata e difficile che qualche pazzo imprenditore sia interessato a rimetterla a nuovo. Che peccato, era un fiore all'occhiello per Cassano, io personalmente sono stato operato al ginocchio e mi trovai benissimo....circa 20 anni fa.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.