Lunedì 01 Giugno 2020
   
Text Size

"Il carrello della carità" per aiutare chi non ce la fa

WhatsApp Image 2020-03-27 at 10.51.54 (1)

Sarà operativa da domani, sabato 28 marzo, la rete di solidarietà promossa dalla Caritas "Santa Maria Assunta", dalla Caritas "Madonna delle Grazie" e dal Convento-Santuario "Madonna degli Angeli" nonchè dall'Assessora ai Servizi Sociali del Comune di Cassano delle Murge, Maria Pia D'ambrosio in collaborazione con le comunità cattoliche cassanesi denominata "Il Carrello della Carità".

In collaborazione con molte attività commerciali del paese, in primis i supermercati, la rete permetterà a chiunque di aiutare le famiglie cassanesi in difficoltà in questo periodo di emergenza sanitaria: presso i diversi punti vendita saranno presenti dei carrelli dove chiunque potrà lasciare i prodotti necessari al sostentamento quotidiano ed alla pulizia della casa e della persona, prodotti che l'assenza di reddito e i pochi soldi per alcuni diventando di difficile reperimento.

Si accettano: pasta, riso, scatolame (tonno, conserve, ecc.), omogeneizzati, caffè, latte, ecc. nonchè detersivi, saponi, pannolini, detergenti e quanto serve per la casa.

I volontari della Caritas e delle due parrocchie cittadine nonchè del Santuario "Madonna degli Angeli" provvederanno poi a distribuire quanto raccolto a seconda delle necessità.

Sarà quindi attivato un conto corrente per sostenere anche con denaro le necessità di chi ha bisogno.

 

DSCN0034

 

"Stiamo lavorando in emergenza - spiega l'Assessora D'Ambrosio - in stretto contatto fra l'Ufficio Servizi Sociali, a cui arrivano tante richieste e le parrocchie che seguono diversi casi. Dobbiamo aiutare quante più persone possiamo: in questo momento dobbiamo dimostrare di essere davvero una comunià unita e coesa ed aiutarci gli uni gli altri".

L'Amministrazione comunale nei giorni scorsi ha stanziato la somma di 700 euro dal bilancio comunale a favore delle Caritas cittadine per sovvenire ai primi bisogni della popolazione più povera. 

 

DI SEGUITO IL COMUNICATO DIFFUSO DAI SACERDOTI E RELIGIOSI CASSANESI

 

“Carrello della Carità”
Resto a casa ma non dimentico nessuno


La Caritas delle Comunità Ecclesiali di Cassano delle Murge, Santa Maria Assunta, Madonna delle Grazie e Santuario Santa Maria degli Angeli, con il patrocinio del Comune di Cassano delle Murge e in sinergia con l’Assessorato ai Servizi Sociali continua e rafforza il servizio di accompagnamento delle fragilità e povertà del territorio.

Ogni Caritas è all’opera e risponde nel miglior modo possibile alle situazioni di emergenza provocate dal coronavirus.

Si attiva “il Carrello della Carità” presso le attività commerciali che hanno aderito ed espongono il manifesto dedicato in attesa della risposta di altre realtà che saranno inserite in elenco.

All’uscita dei Supermercati o delle attività commerciali disponibili, sarà posto un carrello vuoto. Chi lo desidera potrà depositare viveri di prima necessità e prodotti per la pulizia personale e di casa. Un incaricato della Caritas provvederà al ritiro di quanto è stato donato, distribuendolo alle Caritas parrocchiali.

Il “Carrello della Carità” è un’iniziativa che aderisce all’invito-decreto “#iorestoacasa” consentendo di pensare ai più poveri.

Non è necessario uscire appositamente: allungando la lista della propria spesa familiare (da preparare prima di uscire, per evitare lungaggini e assembramenti), si aggiunga quanto si desidera donare. Il carrello a disposizione fungerà da raccoglitore.

Alcune attività commerciali non hanno i carrelli: sarà possibile accendere un buono spesa versando alla cassa il corrispettivo di quanto si desidera offrire. Gli incaricati Caritas provvederanno a convertire il buono in prodotti, prevalentemente freschi, per distribuirli.

Si ringraziano le attività commerciali che hanno aderito e che aderiranno al “Carrello della Carità”.

Indichiamo il numero di conto corrente delle parrocchie per consentire donazioni specificando la

Causale: EMERGENZA CORONAVIRUS CARITAS 2020

Parrocchia Santa Maria Assunta IBAN IT60 F084 6041 4300 0000 0905 115
Parrocchia Santa Maria delle Grazie IBAN IT88 P084 6041 4300 0000 1597 911

Per contattare e/o chiedere informazioni ecco i numeri attivi delle diverse Caritas e i servizi sociali

• Parrocchia Santa Maria Assunta
Cell Parrocchiale 376 0190431
Cell Caritas 376 0190496

• Parrocchia Santa Maria delle Grazie 080 764944 (Casa Betania)

• Servizi Sociali 080 3211204 080 3211507

• Polizia Municipale 080 3211600

Per aggiornamenti pagina facebook: Carrello Della Carità Caritas

Grazie per la vostra generosità!

I presbiteri delle comunità di Cassano delle Murge

N.B: Le parrocchie e il Santuario sono aperte per la preghiera personale.

 

 

Commenti  

 
#20 Cittadino 2020-03-29 12:28
Mi raccomando ricordatevi degli italiani.
 
 
#19 Anti virus 2020-03-28 22:28
L'importante che questi aiuti vanno a gente di cassano. Perché gente che da 20 a queste persone che sono qui per farsi mantenere da noi e ho viste fin troppo. In questo momento di difficoltà aiutate le nostre famiglie i pensionati che ne anno più di bisogno.
 
 
#18 lp 2020-03-28 21:06
per commento 11.E' giusta la sua osservazione-vuoi trovarti il paese pieno di cani?-Ma e' giusta la spesa stratosferica di 300.000 dico trecentomila euro per il canile?
 
 
#17 Esempio 2020-03-28 20:43
Tagliatevi lo stipendio e la somma risparmiata usatela per i più bisognosi!
 
 
#16 Amministratore 2020-03-28 20:22
Ma non possiamo accorgerci solo in occasione della pandemia che tante persone hanno bisogno e che da anni riserviamo più attenzione agli animali.
Ma quale aumento di cani a N paese se molti li acquistano dai negozi o si organizzano cucciolate appositamente volute.
Comunque si spende più x i cani nel canile che per le famiglie bisognose.
E questo per me è vera inciviltà!!
Forza e grazie a chi sta veramente lavorando per tutti quelli che devono stare a casa.
 
 
#15 volavola 2020-03-28 19:13
Arguto il sig. del commento 11,mi ha preceduto, indubbiamente ce ne sarà qualcuno ,ma i poveri reali generalmente non comprano gratta e vinci,smartfone o tv ultima generazione e per quanto riguarda i cani deve sapere che dal canile vengono reimmessi nel territorio dopo averli sterilizzati e resi docili(a parer loro non conoscendo il termine branco) quindi soldi buttati..Un saluto.
 
 
#14 Pensionato 2020-03-28 18:54
Abbiamo anche l’amministratore del pianeta tra di noi. Il pianeta non è di proprietà degli esseri umani forse questa cosa non è ancora chiara al nostro amministratore.Ancora questi discorsi.
 
 
#13 GRRRRR 2020-03-28 13:13
una somma ? TRASPARENZA ci vuole
 
 
#12 Manuel 2020-03-28 12:31
E pure sto mese se magna. Ma perché l'amministrazione non si abbassa gli stipendi per questi mesi?
 
 
#11 ....... 2020-03-28 11:18
Bene tutto. Ma chi ottiene aiuto deve dichiarare fino a ieri come ha fatto a vivere. È tempo di stanare i lavoratori a nero per punire questa piaga tutta italiana.
A quello che vuole tagliare i soldi per i cani.... vuoi trovarti il paese pieno di cani?
 
 
#10 Domenico 2020-03-28 11:11
Basta polemiche per favore, ognuno faccia quel che può per il bene di tutti e dei bambini!!!
 
 
#9 Amministratore 2020-03-27 23:31
Spero che tutti quelli che spendono centinaia e centinaia di euro per un animale si rendano conto di quali sono invece le condizioni in cui vivono regolarmente decine e decine di persone nel nostro comune che adesso stanno avendo ancora più problemi....purtroppo.
Quindi, è il momento che alcuni componenti dell'amministrazione che sono proattivi per la cura degli animali e fautori dell'aver speso più di 300.000€ per il canile comunale, adesso facciano in modo di raccogliere migliaia e migliaia di euro per queste famiglie bisognose.
Svegliamoci che del futur non c'è certezza!!
 
 
#8 Coronavirus 2020-03-27 19:11
Al servizio del cittadino, questo è il giusto esempio. Ringraziamo le associazioni, l'assessore e tutte le persone che si danno da fare per aiutare chi in difficoltà.
 
 
#7 Katia 2020-03-27 18:32
Ottima iniziativa, lodevole il lavoro dell'assessore Dambrosio, magari tutti come lei operativi.
 
 
#6 Paola traetta 2020-03-27 17:56
Io ho mio marito k non sta lavorando e ho un bimbo di un anno spero di aiutarmi xk non si può andare avanti senza lavoro
 
 
#5 GRRRRR 2020-03-27 17:55
chi può dimostrare di non avere più denaro , fa la spesa ugualmente e paga caferra . il comune la coop , lidl , md e tutti gli altri
 
 
#4 Mariapiadambrosio 2020-03-27 17:15
Gentile sig Giovanni, l'amministrazione comunale, cosi come voluto fortemente dal sindaco e tutti noi ha donato al momento una somma alla Caritas con delibera di giunta.
Se sarà necessario donerà altro.
Buonasera
 
 
#3 Giovanni 68 2020-03-27 14:24
Ma la nostra amministrazione cosa devolve? La Cassano bene sta partecipando...
Mi sa tanto che partecipa solo gente che vive alla giornata grazie
Vedremo
 
 
#2 D.E. 2020-03-27 14:23
Bravi, così dev’essere cme dice l’assessore “aiutarci gli uni agli altri”
 
 
#1 Vito put 2020-03-27 13:50
Bravissima mariapia orgoglio cassanese
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.