Domenica 23 Febbraio 2020
   
Text Size

Nuovi alberi in via Martiri della Repubblica

Immagine

Venti nuovi alberi saranno piantati domenica 19 gennaio, presso l’area verde in via Martiri della Repubblica (nei pressi del quartiere “Sacro Cuore”) dall’Amministrazione Comunale di Cassano delle Murge, in attesa del completamento dei lavori di sistemazione dell’intera area che sarà destinata allo sgambamento dei cani.

Le nuove piante contribuiranno ad arricchire il patrimonio arboreo cassanese e saranno di specie autoctone dunque compatibili con il territorio.

L’iniziativa è prevista per le ore 9.00.

“Ci siamo rivolti al DISAAT dell’Università di Bari – spiega in una nota la Sindaca Maria Pia Di Medio - che ha effettuato un censimento delle specie arboree del patrimonio del Verde Urbano di Cassano delle Murge e dato le indicazioni per lo svellimento di alcune unità malate e pericolanti, nonché per la scelta oculata delle specie da inserire nel patrimonio del Verde urbano nel rispetto dell’identità floristica e della riduzione dell’inquinamento da pollini non autoctoni in quanto territorio facente parte del Parco dell’Alta Murgia.  Abbiamo quindi ritenuto opportuno, pertanto, destinare un’area di proprietà comunale quale “AREA DI PIANTUMAZIONE” ove possano essere allocati nuovi alberi per incrementare il bilancio O2/CO2".

Questa area potrà essere oggetto ogni anno di piantumazione in occasione della Festa dell’Albero (21 novembre) o altre manifestazioni.

Con medesima delibera l’Ente si impegna a favorire l’attecchimento delle piante  con approvvigionamento di acqua, preferibilmente con sistema di raccolta di acque piovane o anche con autobotte, con prelievo da pozzi artesiani, sempre a carico dell’Ente .

E’ stata pertanto individuata un'area di proprietà comunale con la possibilità di piantumazione di circa 2.300 unità arboree.

Le prime piantumazioni di circa 1000 unità avverranno tra febbraio e marzo.

Inoltre sono state individuate altre zone (giardini, aree verdi, spazi dove sono stati asportati nel tempo altri alberi per fine vita e mai sostituiti)  da rinfoltire, entro l’inverno, con nuove unità arboree da scegliere secondo i criteri dettati dal DISAAT e con un rapporto finale quindi  di almeno 4 unità arboree per ogni unità asportata.

 

Di seguito il Comunicato diffuso dalla Sindaca.

 

 

Questa amministrazione, per dare seguito al programma elettorale che prevede interventi in favore della salubrità dell’ambiente e della lotta all’inquinamento, ha inteso effettuare un esame ed una valutazione del patrimonio del Verde Urbano nel territorio di Cassano delle Murge al fine di procedere ad azioni  in favore dell’incremento del bilancio O2/CO2,  vista anche la necessità di eseguire interventi per la messa in sicurezza delle strade e di  rispettare gli obblighi normativi per l’abbattimento di barriere che ostacolano gli spostamenti di portatori di handicap; consapevoli, da un lato, della grave criticità ambientale del nostro tempo e, dall’altro,  della necessità di dover affrontare le problematiche conseguenti a scelte urbanistiche avvenute in tempi pregressi e che mal si adattano alle nuove norme di sicurezza, in particolar modo, appunto, per quanto riguarda le barriere architettoniche.

Per quanto sopra si è proceduto all’adesione del Comune di Cassano delle Murge alla Rete “CITTA’ SANE” dell’OMS e all’Adozione del Documento “LA SALUTE NELLE CITTA: BENE COMUNE” dell’ANCI, che sanciscono corretti comportamenti di vita e scelte urbanistiche specifiche, al fine di rendere gli agglomerati urbani  a misura d’uomo ed ecologicamente sostenibili. Inoltre ci si è rivolti al DISAAT dell’Università di Bari (con convezione  di cui alla DGC n.140 del 29/11/2018 )che ha effettuato un censimento delle specie arboree del patrimonio del Verde Urbano di Cassano delle Murge e dato le indicazioni per lo svellimento di alcune unità malate e pericolanti, nonché per la scelta oculata delle specie da inserire nel patrimonio del Verde urbano nel rispetto dell’identità floristica e della riduzione dell’inquinamento da pollini non autoctoni in quanto territorio facente parte del Parco dell’Alta Murgia. Il testo finale sarà pubblicato nei prossimi mesi.

Il grave problema della necessità di svellimento, nel tempo,  di alcune unità arboree che si rende necessario sia per l’invecchiamento o danneggiamenti climatici  delle piante stesse, sia per la messa in sicurezza di strade, sia per l’abbattimento delle barriere per la ricostituzione di marciapiedi da rendere fruibili anche da portatori di handicap e carrozzine per neonati, sia per la depurazione da specie non autoctone,  ha quindi trovato chiarimenti e indicazioni certe sugli interventi a farsi nel rispetto dell’ambiente ma anche delle necessità di adeguare gli interventi di messa in sicurezza della viabilità e degli edifici.

Al fine di una maggiore conoscenza della problematica si è fatto riferimento a:

-           Regolamento del Verde Urbano adottato da Comune di Cassano delle Murge con DCC n. 3 del 25/01/2002;

-          Rapporto “STRATEGIA NAZIONALE DEL VERDE URBANO – Foreste urbane resilienti ed eterogenee per la salute e il benessere dei cittadini” del MATTM, pubbl.  maggio 2018;

-          Legge 22 marzo 2001 n. 85 Delega al Governo per la revisione del nuovo codice della strada

-          Decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996, n. 503 Regolamento recante norme per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici;

-          Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285 Nuovo codice della strada
la Legge 9 gennaio 1989, n. 13 Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati

-          Decreto 14 giugno 1989, n. 236 Ministero dei Lavori Pubblici. Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell'eliminazione delle barriere architettoniche;

Abbiamo quindi ritenuto opportuno, pertanto (con DGC n. 118 del 21/11/2019),  destinare un’area di proprietà comunale alla creazione di una “AREA DI PIANTUMAZIONE” ove possano essere allocati nuovi alberi per incrementare il bilancio O2/CO2. Questa area potrà essere oggetto ogni anno di piantumazione in occasione della Festa dell’Albero (21 novembre) o altre manifestazioni. Con medesima delibera l’Ente si impegna a favorire l’attecchimento delle piante  con approvvigionamento di acqua, preferibilmente con sistema di raccolta di acque piovane o anche con autobotte, con prelievo da pozzi artesiani, sempre a carico dell’Ente .

E’ stata pertanto individuata un'area di proprietà comunale destinata a zona agricola, in catasto al foglio 28 particelle nn. 1743 e 128, delle dimensioni di m2 21.723 (per esclusione area CCR di m2 2773) con la possibilità di piantumazione di circa 2.300 unità arboree. Le prime piantumazioni di circa 1000 unità avverranno tra febbraio e marzo.

Inoltre sono state individuate altre zone (giardini, are verdi, spazi dove sono stati asportati nel tempo altri alberi per fine vita e mai sostituiti)  da rinfoltire, entro l’inverno, con nuove unità arboree da scegliere secondo i criteri dettati dal  DISAAT e con un rapporto finale quindi  di almeno 4 unità arboree per ogni unità asportata.

Per chiarezza i nuovi alberi potranno provenire sia da fornitura ARIF,  sia da donazioni o acquistati con fondi comunali.   

Il primo appuntamento è per domenica 19 gennaio alle ore 9. Ci incontriamo presso il giardino di Via Martiri della Repubblica in cui saranno piantati 20 alberi, per dare loro modo di attecchire in un clima favorevole, in attesa del completamento dei lavori di sistemazione dell’intera area che sarà destinata allo sgambamento dei cani. Saranno presenti, oltre l’amministrazione comunale, il Centro di Educazione Ambientale Comunale e Legambiente. I cittadini sono invitati.

 

 

Commenti  

 
#10 Ciccillo 2020-01-20 18:37
Piantate alberi di castagno così almeno tra un po di anni verranno raccolti i frutti...
 
 
#9 Colin 2020-01-19 17:54
Stanno ancora studiando la fragranza da utilizzare per piantare l'albero vicino alla Croce di via Santeramo! Aspitt ciucce bell, ca mo arriv la pagghia nov!!!
 
 
#8 Pietro Savino 2020-01-19 17:46
Che vergogna. Ben vengano gli alberi ma una sistematina al paese quando pensiamo di farlo.
L'assessore non passa mai davanti al cimitero ??? e il Sindaco ??? Possibile che nessuna pattuglia dei vigili urbani ha notato le VORAGINI sull'asfalto ??? INCREDIBILE
 
 
#7 xxxxx 2020-01-19 17:43
Che buffonata. E' come improfumarsi senza...lavarsi
 
 
#6 Cassanesissino 2020-01-19 11:43
Stiamo aspettando ancora l'albero alla villa dei caduti e l'albero alla croce di via Santeramo!!! Sciatvin sciat
 
 
#5 Dino 2020-01-19 08:42
Anche quando si fa qualcosa c'è sempre chi critica!!
Piuttosto Vigilate e fate in modo che queste piante crescano nel miglior modo senza che nessuno faccia atti di vandalismo e che gli animali non vadano a fare i loro bisogni sotto i tronchi
 
 
#4 Rocco ant 2020-01-18 19:41
Mi raccomando foto ricordo!!! C sit mnun
 
 
#3 Bret 2020-01-18 14:14
Siete una caricatura
 
 
#2 egià 2020-01-18 13:29
e l'albero vicino alla Croce di via Santeramo ? Da fastidio a qualcuno ?
 
 
#1 piesse 2020-01-18 09:30
Piantatela invece di piantare alberi dopo che ne avete segati a decine!!!
Quel quartiere è poi preso in giro con opere senza senso assoluto!!!
A cominciare dalla pericolosissima pista ciclabile
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.