Polizia Locale, arriva una vigilessa da Gravina

controllo-polizia-municipale-paletta

Approvato dalla Giunta Comunale di Cassano il Progetto “La sicurezza prima di tutto” predisposto dal Comandante della Polizia Locale Pietro Battipede.

Fra le novità più rilevanti, l’assunzione di un nuovo agente di Polizia Locale per sei mesi e 30 ore settimanali, proveniente da Gravina di Puglia: l’agente Anna Sportella che prenderà servizio dal prossimo 1° dicembre.

Il Progetto prevede, in particolare, maggiori controlli sui veicoli anche grazie all’autoscan, apparecchio che permette di verificare se il veicolo sottoposto a controllo è in regola con assicurazione e revisione periodica ma sono previsti anche controlli sul territorio in tema di abbandono rifiuti, per sensibilizzare i cittadini al rispetto dell’ambiente.

Lo stipendio per il nuovo agente di PL (poco più di 13mila euro in totale) deriverà sia da fondi comunali che dalle sanzioni erogate in violazione al Codice della strada.

Come si ricorderà, l’estate scorsa i due agenti di Polizia Locale in supporto al Comando cassanese, arrivavano da Martina Franca, in virtù di una convenzione stipulata con il comune tarantino.  

Provenienza dei Vigili a parte, preme segnalare ancora una volta alcuni gravi errori commessi negli atti prodotti e pubblicati dal Comune, in merito a questa vicenda, così come accaduto più volte in passato ed alla base, assieme ad altre questioni, delle proteste di alcuni Consiglieri comuali di maggioranza nei confronti del Sindaco Lionetti e della macchina amministrativa.

All'Albo Pretorio, infatti, sono state pubblicate due delibere con lo stesso numero ma dal contenuto diverso. Nella prima si dice che il vigile deve essere assunto dal 1 dicembre 2017.

Delibera n. 1 from redattori
 

 Nella seconda delibera modificata (ma senza ripassare dalla Giunta comunale per essere riappprovata) si dice dal 1 dicembre 2016.

Delibera n. 2 from redattori

 

Infatti il file MX_M502N_20161115_111530.pdf scaricato alle ore 11.22 del 15/11/2016, porta la data di assunzione 1 dicembre 2017, invece il file MX_M502N_20161115_131728.pdf scaricato alle ore 9.12 del 16.11.2016  (vedi proprietà file) porta la data del 1 dicembre 2016.

Non solo.

La prima delibera è stata poi sostituita dalla seconda sull'Albo Pretorio, lasciando in pubblicazione solo la seconda. Fatto vietato per legge poichè sia la Delibera errata che quella corretta devono essere entrambe pubblicate, senza alcuna omissione. 

Inoltre se si vede l’ultima pagina, dove sono riportate le attestazioni del Segretario generale, a guardare le date e le firme riportate a mano esse sembrano essere diverse l'una dall'altra.

Significa che è stata prima pubblicata una delibera, poi rettificata (da chi?) senza ripassare dalla giunta, quindi pubblicata la seconda delibera.

Essendo stato pubblicato l’atto, per apportare una modifica (anche di errata corrige) la regola vuole che deve ripassare dalla giunta ma ciò non è avvenuto.

C’è stata una ripubblicazione arbitraria, tanto che il nome del file del secondo atto è diverso, e non poteva essere altrimenti visto che il sistema informatizzato attribuisce ex novo i nomi dei files.