Raccolta differenziata, la Regione rivede al ribasso i numeri

rifiuti locorriere 3

La Regione Puglia rivede al ribasso la percentuale di raccolta differenziata per il mese di agosto nel territorio di Cassano delle Murge.

E il calo rispetto al mese di luglio è ancora più vistoso: -8,51%.

Il servizio “Rifiuti&Bonifica” della Regione, che elabora i dati inviati dalle amministrazioni comunali, qualche settimana fa aveva comunicato che la raccolta differenziata ad agosto a  Cassano era del 54,35% (leggi l’articolo), in calo rispetto al mese precedente di oltre 7 punti percentuali (a luglio fu del 61,58%).

Ma una verifica successiva ed una elaborazione più puntuale hanno corretto il dato che riguarda il nostro Comune e così è stato reso noto dalla Regione che ad agosto la percentuale è stata del 53,26%, accentuando, dunque, il calo rispetto a luglio.

La correzione riguarda anche la raccolta di rifiuti “indifferenziati” che nel solo mese di agosto sono stati 267 tonnellate ovvero oltre 39 tonnellate in più rispetto a luglio (quando i cassanesi produssero circa 227 tonnellate di rifiuti indifferenziati).

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, lo scorso 29 settembre, anche l’assessore all’ambiente del Comune di Cassano, Maria Luisa Marazia, fornendo i dati (quelli della prima stesura, dunque il 54,35%) attribuì il calo al fisiologico andamento della raccolta, che in estate subisce una contrazione a causa dell’arrivo, presso i borghi che attorniano Cassano, di molti forestieri che fanno poco e male – o non fanno affatto – la raccolta differenziata.

L’auspicio dell’assessore fu che le percentuali sarebbero tornate a crescere per settembre, anche grazie ai maggiori controlli effettuati sul territorio da Polizia Municipale e Corpo Forestale.