Domenica 23 Febbraio 2020
   
Text Size

OPPOSIZIONE, FUOCO DI FILA DI INTERPELLANZE

quiricoarganese

Cinque mesi dall’ultima consiglio comunale. Ed ecco che le interpellanze si accumulano così come le interrogazioni. Le opposizioni, nel consiglio comunale di ieri sera, ne hanno presentate ben 10.  A molte di esse sindaco e assessori si sono riservati di rispondere per iscritti entro 30 giorni, ad altre hanno risposto in aula. Guadiamole in dettaglio.

Lame, gara annullata. Perché?

Il capogruppo di “Nuova Ideadomani” (NID) Teodoro Santorsola ha chiesto al sindaco il motivo dell’annullamento della gara per la realizzazione del progetto di protezione della Lame. Si tratta di una idea nata dall’Amministrazione Gentile e successivamente finanziata  nell’ambito del Piano Strategico Bari 2013. “Nella delibera – ha detto Santorsola – si parla di eventuali profili di illegittimità e pare vi sia stato un esposto a seguito della indizione della gara”. NID ha dunque chiesto alla Di Medio da chi ha saputo di eventuali profili di illegittimità? In che cosa consistono? Perché l’Ufficio Tecnico Comunale ha accettato supinamente quell’annullamento?

Rifiuti: è stata comminata la sanzione?

Riprendendo un passaggio di un articolo del periodico comunale “Il Pellicano” (n.3 del 2010) il capogruppo di NID ha chiesto se la sanzione prevista a carico dell’ATI “Tradeco-Murgia Servizi Ecologici” è stata o meno comminata e in quale misura.

Perché non è stato festeggiato il 25 aprile?

Il capogruppo di “ViviCassano –Pd”, Rico Arganese ha chiesto al sindaco il motivo dei mancati festeggiamenti del 25 aprile, Festa Nazionale di Liberazione. “Essendo giorno festivo, ovvero Pasquetta – ha spiegato il sindaco – ci è sembrato opportuno, per quest’anno, non celebrare la ricorrenza, atteso che lungo tutto quest’anno si stanno celebrando i 150 anni dell’Unità d’Italia e dunque vi sono stati e vi saranno molti e numerosi appuntamenti per fare festa”.

Il “don Milani” preferito al “Leonardo”?

Il consigliere del Pd, Paparella ha chiesto all’assessore Sapienza il motivo per cui ai festeggiamenti dello scorso 17 marzo si è esibita una classe del Liceo musicale “don MIlani” di Acquaviva piuttosto che esaltare la presenza sul nostro territorio del Liceo Scientifico-Classico.  La Sapienza ha spiegato che nessuno è stato escluso né preferito: “il Comitato per i festeggiamenti comprende anche i dirigenti del Liceo – ha detto l’assessore – e dunque con il loro comune accordo è stata fatta quella scelta”; per la scuola cassanese, fra l’altro, sono previsti altri e numerosi appuntamenti che vedono ampia collaborazione fra Comune e scuole.

Piano di Zona: cosa si sta facendo? E che tempi per gli assegni di cura?

Il Pd ha chiesto lumi sulla situazione del Piano sociale di Zona a cui di recente è stato affidato un nuovo coordinatore, su nomina del Sindaco di Grumo. Prima il sindaco poi l’assessore ai servizi sociali, Angela Contursi hanno ripercorso le difficoltà incontrate nel mettere assieme sei diverse amministrazioni di cui una, quella di Grumo, che da poco ha rinnovato Sindaco e Giunta. “Non ho condiviso alcune scelte – ha detto la Di Medio – unilaterali e discutibili ma non mi sono frapposta: fare oggi azioni politiche pesanti  significherebbe bloccare nuovamente tutto e per il bene delle persone più bisognose a cui il Piano deve dare risposte ho soprasseduto e lo farò fino a quando le decisioni saranno entro i limiti della norma e delle leggi”. Alcune progettualità si sono sbloccate, altre sono in via di definizione: l’assessore Contursi ha confermato che vi sono 1 milione e 800mila euro da spendere a breve pena la perdita dei finanziamenti e nessun premio per la prossima triennalità. Per gli assegni di cura, ha infine spiegato il sindaco, la ASL ha cominciato le audizioni dei medici di base e dunque i tempi si preannunciano abbastanza lunghi.

Bando POI per il risparmio energetico.

Arganese ha interrogato il sindaco per sapere se l’amministrazione ha partecipato al bando ministeriale POI riguardante il risparmio energetico e la possibilità di avere, gratuitamente, impianti di energia alternativa per l’alimentazione di edifici pubblici. La Di Medio ha risposto che il Comune aveva in precedenza presentato un progetto simile per tutti gli edifici pubblici, dal Comune alle Scuole che è in corso di approvazione. I tecnici avrebbero inoltre sconsigliato l’adesione al POI per alcune problematiche tecniche inerenti gli edifici cassanesi.

In progetto due Parco Giochi.

Rispondendo ad una interrogazione del capogruppo del Pd, il sindaco ha spiegato e promesso che entro l’estate sarà riattivato il Parco Giochi “Martiri delle Foibe” (nella zona “Sacro Cuore”) con nuovi giochi e il ripristino di condizioni minime di sicurezza; sarà inoltre completamente rifatta Piazza Dante (la “Villa dei Caduti”) che comprende anche uno spazio giochi per i bambini. Si attende, per il via, l’approvazione del Bilancio di previsione 2011. “Per l’estate – ha detto la Di Medio – i bambini cassanesi avranno due nuovi Parco giochi”.

La pericolosità dell’Area Mercatale

Il consigliere Paparella ha fatto notare – sollecitato da diversi cittadini – che presso l’Area Mercatale si trovano rampini conficcati nell’asfalto,  utilizzati per ancorare i gazebo di manifestazioni e mercato che però finiscono per costituire un pericolo per i pedoni. L’assessore Angelo Giustino ha risposto che sta per partire un progetto che prevede la segnalazione, per tutto il paese, di trabocchetti e ostacoli che minano l’incolumità dei cittadini, ciò al fine della rimozione e comunque della messa  in sicurezza.

A quando il marchio d’area?

“Nelle Linee Programmatiche della maggioranza e che anche noi abbiamo approvato – ha chiesto Arganese (Pd) – c’era scritto che avreste  creato un “marchio d’area” “, qualcosa, cioè, che possa contraddistinguere le aziende, i servizi e i prodotti che il nostro territorio sa offrire. Quando questa idea diverrà concreta?  La Sapienza e il vicesindaco Ruggiero si sono detti convinti dell’importanza del marchio d’area e che in qualche modo si sta lavorando per questo obiettivo. “E’ allo studio  - ha spiegato Ruggiero – la Consulta del Commercio e del Lavoro e a breve saranno coinvolti su questo gli operatori economici per conoscere la loro opinione sul Regolamento della Consulta”.

Commenti  

 
#14 pam leo 2011-05-03 10:48
sono d'accordo anche io con dottor Venezia. Oggi Arganese risulta essere unica alternativa alla politica locale in generale. ci siamo stancati della solita polemica di Santorsola o della inettitudine di alcuni amministratori. ora basta occorre concretezza
 
 
#13 Amedeo Venezia 2011-05-02 16:48
Concordo pienamente con Lei Sig Mantegazziani. Importante, secondo me, è comprendere che non si vince, né tantomeno si amministra bene, credendo di poterlo fare da soli, bensì organizzando, per tempo ed in maniera seria e razionale, una vera "squadra" sceglendo, tra i componenti, persone davvero capaci di sacrificare se stessi per il bene "Comune" piuttosto che "concorrere" per il proprio misero tornaconto. Con stima
Amedeo Venezia
 
 
#12 E.Mantegazziani 2011-05-02 11:25
Si, è vero, caro sig. Venezia: la cosa è spesso accaduta. Tuttavia converrà con me che, al momento, sulla figura di Arganese convergono, per diversi motivi, le aspettative ed il gradimento di moltissimi cassanesi.
Il segreto sta, a mio parere, nel non gravare troppo di "santità" il suddetto; lui per primo, da persona intelligente quale lo reputo, sa benissimo che dal giorno dopo il suo ipotetico insediamento, si ritroverà nella medesima condizione di chi lo ha preceduto.
 
 
#11 VERO 2011-05-02 11:22
Io sono sempre più certo che se ci fossero persone serie, come Arganese, a governare Cassano sicuramente si vivrebbe meglio da tutti i punti di vista.
ARGANESE SINDACO.
 
 
#10 Amedeo Venezia 2011-05-02 09:58
Concordo con Nautilus. Sono convinto che non sia corretto delegare solo ed esclusivamente ad una persona, in questo caso il Dott. Arganese, professionista e uomo che stimo da sempre, il miglioramento del nostro paese. Occorre, bensì, formare i cittadini, in particolare i giovani cittadini, attraverso comportamenti ed atteggiamenti leali e disinteressati, piuttosto che mediante vacue parole, trasmettendo loro il concetto che il benessere di una comunità è frutto dell'impegno costante di tutti i cittadini onesti e seri. Non esiste "l'unto dal cielo" che "magicamente" riesce a risolvere problemi atavici di una comunità. Inoltre vorrei ricordare al Sig.Mantegazziani che in conclave "chi entra papa esce cardinale".
Con stima
Amedeo Venezia
 
 
#9 magoblu 2011-05-02 08:41
Bravo Nautilus hai propio capito il vero problema di cassano "l'invidia"!! Qualsiasi cosa si faccia non va mai bene perchè si guarda solo al propio tornaconto e non al bene di tutti, e se qualcuno si prodiga per gli altri subito si pensa che sicuramente dietro c'è dell'altro !! Per questo motivo ho consigliato ad Arganese di continuare a fare il suo lavoro e non il politico : l'invidia, la cattiveria è tanta e sacrificarsi x noi cassanesi non esiste nel nostro vocabolario!!
 
 
#8 Nautilus 2011-05-02 02:47
che Paese "piccolo" che è Cassano! Tutti credono ancora che la salvezza sia in un candidato anziche in un altro, quasi come fosse un Dio salvatore che può risolvere i problemi di tutti noi... il problema vero è che a mio parere questo paese non si è mai distinto tra gli altri paesi per il semplice fatto che la caratteristica che piu' lo danneggia e l'invidia e la cattiveria...per non parlare del fatto che ogni volta, e dico OGNI VOLTA che chiunque si siede alla poltrona di Sindaco, Assessore, Consigliere,...poi in qualche modo è costretto a contraccambiare i voti di chi gli ha permesso di vincere le elezioni con favori, agevolazioni, e quant'altro....accontentando cosi' sempre e solo una parte dei cittadini, e lasciandone scontenta un altra. Con questo modo di fare non si andrà mai avanti e il nostro paese resterà sempre uno dei tanti paesotti da dove i giovani per primi andranno via per cercare opportunità di lavoro altrove! Io non voglio giudicare ne questa Amministrazione ne quella passata, ne quelle che verranno...perchè il vero problema sta dentro tutti noi. Fino a quando la gente continuerà a criticare gratuitamente l'operato di chiunque,fino a quando non si imparerà che tutti abbiamo gli stessi diritti senza favoritismi,fino a quando non si utilizzerà un comportamento etico a prescindere dalle idee, dal colore politico,...questo paese non crescerà! Questo paese è ridotto ad un "vegetale"...Guardate la Villa di domenica mattina...non cè nessuno!...quattro ragazzini e qualche passante, ma niente di piu'! Dove saranno finiti tutti??...sono tutti a dormire?, oppure sono tutti in Chiesa??....oppure tutti se ne vanno via dal nostro paese??? Guardate questo paese in estate,..potrebbe essere metà di qualche turista, e invece quei pochi che alle volte passano di quà, li facciamo "scappare" perchè non investendo su questo paese e su tutti noi, non abbiamo molto da offrire se non il fresco della foresta! Gaurdate la Festa Patronale, che è la Storia e le Radici del nostro paese, guardate come ormai è ridotta!...poche luci,poche bancarelle,con sempre meno fondi per realizzarla! Eppure un tempo la festa Patronale la si aspettava come fosse il piu' importante degli eventi dell'anno! Oggi sembra una serie di serate come tante senza alcuna importanza,ma nessuno si è accorto che la festa Patronale oltre ad essere un momento religioso è una parte della nostra storia e come tale và preservata e difesa,è una parte della cultura del nostro paese, e il bello e che a doverlo scrivere sono io, una persona che non è nata qui a Cassano, ma che da sempre si impegna per far qualcosa per questo paese..... Io spero che il "mio" paese riesca a migliorarsi!
 
 
#7 magoblu 2011-05-01 22:06
Arganese c'era la pasquetta!! Come si poteva festeggiare il 25 aprile? La gente o lavora, quindi non può presenziare alle manifestazioni, o festeggia!! L'anno prossimo, se dio vuole, si pensa!! Rico lasciali stare continua a fare il commercialista xchè la gente che capisce troppo dà fastidio!!
 
 
#6 CITTADINO EUROPEO 2011-05-01 20:41
CARO ARGANESE IN QUESTA GIUNTA C'E CHI AVEVA PARENTI STRETTI SCHIERATI CONTRO LA LIBERAZIONE D'ITALIA, COME POSSONO FESTEGGIARE IL 25 APRILE,...E COMUNQUE..UNA MATTINA..MI SON SVEGLIATO..O BELLA CIAO,BELLA CIAO......E HO CACCIATO L'INVASOR!!...E ABBIAMO DATO LA LIBERTA' ANCHE A LORO!
 
 
#5 E.Mantegazziani 2011-05-01 14:17
Arganese è già da tempo il "Sindaco in pectore" di Cassano. Peccato che non ci siano elezioni ad averlo sancito: se ci fossero, penso che le vincerebbe a man bassa, con percentuali bulgare.
Spero solo che la politica non intervenga, come al solito, a guastare tutto.
 
 
#4 pin-pong 2011-05-01 09:49
Arganese mo l'ama fe Santo Subito!
 
 
#3 cittadino.cassanese 2011-04-30 13:46
rimpiango di aver votato l'attuale sindaco, sono rimasto veramente deluso. una delusione dopo l'altra..
 
 
#2 D.B. 2011-04-30 09:53
E' da riconoscere la serietà del gruppo Vivi Cassano.
 
 
#1 vero 2011-04-30 09:21
Arganese si vede che è una persona seria peccato che non sia lui il nostro sindaco.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.