Martedì 18 Febbraio 2020
   
Text Size

CASSANOWEB? NON LO CONOSCO. IL MIO CUORE BATTE PER CASSANOLIVE. PAROLA DI SILVIO MISSONI

missoni.jpg

Ineffabile Missoni!

 

Dopo l’allegra gestione dello Sportello Turistico Comunale, la Sagra della Ricotta (pardon…della Focaccia) e il pasticcio della gestione del Polisportivo ri-consegnato alla Sogev, se ne esce con un’altra delle sue che farà sicuramente discutere ma soprattutto ridere l’intera Cassano e, purtroppo per lui, incazzare di brutto i suoi amici in Giunta Comunale e in maggioranza.

 

Questa mattina, in una intervista a CassanoLive giornale telematico locale, ha detto chiaro e tondo di non conoscerci, di non sapere che esiste CassanoWeb e che a proposito di un intervento di Ignazio Zullo sulla questione dei fondi ricevuti dalla Regione per il Polisportivo, egli ha letto l’intervista di Zullo (che non c’è mai stata…era un intervento) perché gli hanno dato indicazioni.

 

Non ci interessa qui la polemica fra i due colleghi del PdL: se la vedranno loro.

 

Ci preme invece spiegare perché Missoni dice di non conoscere CassanoWeb (ci credete?????) e preferire invece CassanoLive “che ormai ci è entrato nel cuore, e andiamo a spulciarcelo ogni mattina”.

 

Possiamo capirlo.

 

Da noi leggerebbe articoli e notizie come questa sulla sua amica Dolores Spinelli oppure questo sulla Sogev ; o ancora uno sul suo capogruppo Santorsola ma anche uno sul Garden Village.

 

E potremmo continuare.

 

Articoli indigesti, per chi sta al potere. Meglio non vedere, meglio far finta di non conoscerli e ignorarli, quelli di CassanoWeb.

 

Certo…se potesse, Missoni farebbe come quel suo ispiratore politico morto qualche anno fa: Mussolini i giornali sgraditi al regime li faceva chiudere, quando non poteva ridimensionarli.

 

Ci hanno provato, eccome. Ma senza riuscirci.

 

Tanto vale allora, far finta che CassanoWeb non esista ed esaltare “le magnifiche sorti e progressive” di CassanoLive (“la rassegna stampa è con CassanoLive” dice Missoni…una frase che solo lui avrà capito…ma l'italiano maccheronico dell'assessore non è una novità).

 

Anche qui, che dire? I tempi cambiano. Sono passati meno di cinque anni da quando Missoni si azzuffava, si insultava e si scambiava querele con Peppino Mastrangelo, oggi uno dei responsabili del portale cassanese del circuito Live. Ve lo ricordate?

 

Erano le amministrative del 2004 e in piazza Garibaldi doveva tenersi un comizio della lista “Zullo sindaco”, appoggiata all’epoca anche da Peppino Mastrangelo. Ma un disguido burocratico, una disattenzione, un qualcosa – insomma- fece sì che il comizio saltò e al suo posto ci fu quello della lista di Gentile. Animi esagitati, ingiurie, minacce da una parte e dall’altra, il tutto sotto gli occhi dei carabinieri. E nella folla degli “afiocinados” si distinsero proprio gli amici del cuore di oggi: Missoni che accusava Mastrangelo, lo “invitava” a scendere dal palco e a vedersela “da uomo a uomo”; e l’allora assicuratore che gridava a squarciagola “Mi stanno aggredendo…mi stano aggredendo..carabinieri, aiuto”.

 

Eh, bei tempi quelli.

 

Gli avversari erano avversari, gli amici erano amici, i giornalisti facevano i giornalisti, gli assicuratori facevano gli assicuratori e i politici facevano….lasciamo stare.

 

Oggi tutto si confonde, tutto è melassa.

 

Ma basta seguire il consiglio dell’assessore: fate finta di nulla,chiudete gli occhi: tutto passerà.

 

Auguri!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.