Giovedì 20 Febbraio 2020
   
Text Size

PROVINCIA, APPROVATO IL RENDICONTO 2009

sala_provincia_di_bari

Con 18 voti favorevoli e 7 contrari, il Consiglio Provinciale di Bari ha approvato il rendiconto di gestione per l'esercizio finanziario 2009 con un avanzo di amministrazione pari a circa € 65.000.00, di cui circa € 24.000.000 già destinati.

Il Consiglio ha poi approvato all'unanimità i provvedimenti che riguardano la proroga dei lavori della Commissione Consiliare Speciale per la revisione dello Statuto dell'Ente e del Regolamento per il funzionamento del Consiglio e la declassificazione dei tronchi stradali al confine abitato di Casamassima, SS. PP. 42 e 95, proposta dalla Regione Puglia.

Reso noto l’esito di gara per la “Progettazione esecutiva e realizzazione in locazione finanziaria di impianti fotovoltaici da realizzare sulle scuole di proprietà della Provincia di Bari” tra cui il Liceo Scientifico cassanese “Leonardo da Vinci”.  La gara è stata vinta da un’Associaizone Temporaneai di imprese con la COFATHEC SERVIZI S.P.A., capogruppo mandataria, quale soggetto realizzatore del 100% dei lavori e la Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo S.p.a. quale soggetto finanziatore per il 100% del leasing finanziario. L’impianto per la scuola cassanese costerà 116.268 euro.

Nel corso della seduta di Consiglio sono stati inseriti ordini del giorno aggiuntivi. Su proposta del Consigliere Roca (Pdl) è stato approvato, con 17 voti favorevoli e 7 astenuti, l'ordine del giorno già licenziato dall'Ufficio nazionale di presidenza dell'UPI, relativo alla manovra finanziaria in cui le Province ribadiscono di esser pronte a dare il loro contributo per il risanamento delle finanze pubbliche e per il rilancio del Paese, allentando i vincoli del patto di stabilità sui pagamenti residui e sulle spese di investimento.

Approvato all'unanimità l'ordine del giorno proposto dal Consigliere Tammacco (Pdl) affinché il Governo nazionale si faccia promotore nei confronti dell'UE della richiesta di immediata sospensione del Regolamento CE relativo alle misure di gestione per lo sfruttamento sostenibile della pesca nel Mediterraneo per almeno 12 mesi a causa del grave impatto sull'economia peschereccia dell'Adriatico.

Il Consiglio ha quindi approvato l'ordine del giorno proposto dal consigliere Bovino (PPDT) relativo alla richiesta dello stato di calamità da parte della Regione Puglia per il comparto cerasicolo danneggiato dai recenti eventi calamitosi e la promozione di un sistema agevolativo per la sottoscrizione di polizze assicurative, al fine di consentire alle piccole e medie imprese di poter essere tutelate da futuri eventi calamitosi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.