Venerdì 21 Febbraio 2020
   
Text Size

VENTI DI PROTESTA SULLA SCUOLA ELEMENTARE

scuola

Nuovi venti di protestano soffiano sulla scuola cassanese, in particolare sul Circolo Didattico “A. Perotti”.

Nel corso di una riunione dei genitori, alla presenza del Coordinamento Genitori Democratici si è tornati a discutere degli effetti della Riforma in atto nella Scuola che si avvia a tappe forzate verso il secondo anno scolastico, pur fra mille rimostranze, iniziative e resistenze della quasi totalità dei soggetti coinvolti.

Il dibattito si è subito orientato sulle richieste formulate dalle famiglie con l'obiettivo del tempo pieno (40 ore settimanali) per 45 alunni circa (una classe per ogni plesso, via Convento, via Gramsci) e sulla deludente prospettiva che questo modello formativo venga realizzato, invece, esclusivamente per una sola classe fra i due complessi scolastici.

È seguita poi l'informazione sul percorso programmato per gli alunni iscritti alla prima classe della scuola primaria (che non frequenteranno l’unica classe a tempo pieno) e gli alunni delle attuali prime per l’anno scolastico 2010- 2011 obbligati a seguire il modello formativo delle 27 ore.

All’apertura, quindi, del prossimo anno scolastico, presso il Circolo Didattico “A. Perotti” di Cassano delle Murge, restando invariata la situazione, avremo una sola classe a 40 ore settimanali, cinque prime e sette seconde a 27 ore settimanali, oltre ad un numero imprecisato di docenti in meno (2 o 3 si dice).

I genitori dei bambini coinvolti hanno contestato questa organizzazione scolastica, decisi a difendere la qualità del diritto allo studio dei loro figli e così come successo nello scorso settembre, ad apertura dell’anno scolastico quando alle prime furono imposte le 27 ore settimanali, non mancheranno le forme di ribellione.

Ultima novità, ma qui siamo nel campo delle ipotesi, l'anno prossimo potrebbe esserci l’accorpamento in una unica Direzione, della scuola primaria con la scuola media, sempre in virtù dei tagli operati dalla Gelmini.

Commenti  

 
#8 magoblu 2010-05-19 14:27
X da
Io parlo perchè purtroppo sono a conoscenza di tutto!! L'organizzazione scolastica non dipende dal comune, ma le opere di intervento e di ristrutturazione si !! Se non ci sono soldi per comperare i detersivi figuriamoci x interventi strutturali!!! Due l'associazione di cui parli sarà pure riconosciuta a livello nazionale. ma a livello cassanese non fa un tubo!! Ma ci vai alle riunioni? Chi c'è?
Terzo non sono un disfattista, ma un realista le decisioni sull'orario , sulle riforme scolastiche vengono dalla Riforma della Gelmini, con cui il Presidente dell'associazione genitori democratici, dice lui,ci parla ci discute durante i convegni nazionali!! Quindi di queste cose dovresti essere informato!! Quarto non mi piace che si offenda la gente, si discute e si parla!! Tanto non sarà ne il mio, ne il tuo commento a far cambiare le sorti della scuola!!
 
 
#7 investigator 2010-05-19 05:58
le solite strumentalizzazioni!!!!!!!!!!
 
 
#6 ... 2010-05-19 02:15
X MAGOBLU
ma sentilo!!!
sta zitto.
tu non sai neanche di cosa parli!primo, il sindaco non ha nulla a che fare con l'organizzazione scolastica.
secondo il comitato dei genitori democratici è un'associazione riconosciuta a livello nazionale,vai sul blog.
terzo, il tuo disfattismo è sterile e inutile!!!!
quindi se non sei direttamente interessato alla questione fatti un pacco di ..... tua!!!!
 
 
#5 ... 2010-05-19 02:08
per basta e grandepantani.
assoluto relax: le cose si chiuderanno per il meglio a giugno!
il prossimo anno filerà tutto liscio come l'olio!
le 30 ore sono il minimo che si possa dare ai bambini!
quindi X SETTEMBRE tutto deve essere A POSTOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!
 
 
#4 magoblu 2010-05-18 21:27
Ma chi ha partecipato a queste riunioni? Chi le ha convocate? Ma il comitato dei genitori democratici chi è? Perchè non c'erano gli insegnanti, la dirigente e i rappresentanti del consiglio di circolo? Molte cose proposte, come le 40 ore scolastiche, sono irrealizzabili perchè i locali della scuola non hanno la destinazione d'uso adeguata e per potersi adeguare ci vogliono fior di soldi che il comune e la scuola non hanno!! E poi voi genitori prima di partire a fare le crociate informatevi, parlate con le persone competenti, con il provveditorato, con il sindaco perchè di tutto cio' non sanno nulla neanche gli insegnanti che molto probabilmente prenderanno la prima!! NOn fate come a dicembre per le trenta ore: una lotta che non ha portato buoni risultati. Infatti a settembre i bambibi torneranno a fare le 27 ore!! Aprite gli occhi e non fatevi prendere x il naso!!
 
 
#3 basta!!! 2010-05-15 12:39
per grandepantani: Bravo! Rilassati e riposati per bene quest'estate perchè poi c'è da combattere:D
 
 
#2 grandepantani 2010-05-15 01:38
io ci sono e sono pronto a "combattere"
 
 
#1 basta!!! 2010-05-14 22:50
E noi genitori saremo nuovamente pronti a combattere queste decisioni...Ma vogliamo lasciare in pace questi bambini? Ma fateli studiare! Le ore vengono messe in più da una parte e tolte da l'altra...ma lasciate stare il mondo come sta! L'anno scorso abbiamo combattuto tenacemente ed abbiamo vinto; secondo round? Preparatevi!!!!!!!!!!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.