Domenica 23 Febbraio 2020
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/ciccio_antelmi.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/ciccio_antelmi.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

ALTELMI: ECCO PERCHE’ AUMENTA LA TARSU

ciccio_antelmi

Per spiegare quel che sta succedendo, l’Assessore al Bilancio Franco Antelmi utilizza una metafora “alla Montalbano”, il commissario siciliano creato da Camilleri.

“Un killer spara ad una persona, la ferisce e scappa. Il ferito è steso, morente, sull’asfalto. Arriva un tizio, uno sconosciuto, che si ferma, lo soccorre, cerca di aiutarlo ma ovviamente nel farlo si imbratta le mani di sangue. Intanto chiama i soccorsi. All’arrivo della Polizia, però, viene portato in carcere: ha le mani sporche e dunque è lui il killer, dicono i poliziotti”.

Ma è la verità?

Antelmi cerca di spiegare che allo stesso modo l’amministrazione comunale attuale si è ritrovata alle prese con il caso rifiuti “e con l’inevitabile aumento della tassa, ma la colpa non è certamente della giunta Di Medio, piuttosto di chi ci ha preceduti”.

E spiega perché.

Per legge, la tassa sui rifiuti – spiega l’assessore al Bilancio – la dobbiamo pagare noi cittadini, al 99,99% ovvero non si possono distrarre e spostare risorse per far fronte a questa tassa. Tutto deve venire dai contribuenti. Premesso questo andiamo indietro nel tempo, al 2004, quando l’Amministrazione Gentile stipulò il contratto con l’ATI (Associazione Temporanea d’Impresa) “Tradeco–Murgia Servizi Ecologici” che prevedeva, fra le altre cose, un aggiornamento del canone annuo d’appalto del 5% circa a partire dal terzo anno, dunque dal 2007”.

Per tre anni, dice Antelmi, e cioè fino ad oggi, il Comune non ha mai adeguato tale canone. Si trattava di un normale adeguamento, come si fa con l’affitto di casa che si adegua, annualmente, secondo i parametri Istat. “La ditta magari chiedeva, ma il Comune faceva finta di non sentire”, insomma. E il debito cresceva.

Oggi quel debito è diventato insormontabile e l’ATI ha detto al Comune: o paghi o chiudiamo tutto. E ne avrebbero ragione, anche a parere del Sindaco Di Medio che ha rivelato come le “prove generali” della minaccia di scindere il contratto e lasciare il paese colmo di rifiuti la si è avuta durante le scorse feste natalizie con la Tradeco-Murgia S.E. che non ha pagato gli stipendi ai dieci operai cassanesi, proprio perché il Comune non ottemperava agli obblighi contrattuali.

Che fare, dunque? “Non restava altro che attivare quell’aumento – dice Antelmi – anche se la colpa, così come quell’uomo che ha soccorso la vittima del killer, non è certo nostra”.

Da parte dell’Ammistrazione attuale si fa un altro esempio di cattiva gestione del precedente governo targato Gentile-Santorsola, relativo alla raccolta differenziata dei rifiuti.

Secondo il contratto stipulato – spiega l’assessore – se l’ATI manca gli obiettivi della raccolta differenziata, deve pagare una sanzione: da 50 a 60 mila euro l’anno. Ebbene: Cassano non ha mai raggiunto il 35% di differenziata prevista dal contratto eppure mai il Comune ha fatto pagare la sanzione annuale alla ditta. Mai! Perché?”

Per Antelmi c’era un tacito accordo fra le parti: non si davano fastidio, cioè il Comune non sanzionava e l’ATI non chiedeva gli adeguamenti, con il chiaro intento di non fare la differenziata, “una volontà politica” l’ha definita Antelmi.

Adesso però i nodi sono venuti al pettine e l’ATI chiede il saldo del dovuto. E lo fa con decreti ingiuntivi a cui vanno aggiunti interessi legali, more e quant’altro.

A sentire l’attuale assessore al Bilancio, insomma, la nostra Cassano più che la Merano del Sud vagheggiata da Gentile nel 2004 assomiglia molto di più alla Sicilia peggiore (non quella di Camilleri).

Commenti  

 
#23 . 2010-04-25 18:38
Se l'esordio è quello di cominciare a tastare il polso alla gente e cominciare a rovistargli nel portafogli...beh c'è gente molto sensibile a queste quisquiglie..sig orso forse non avrai problemi di €€€€€€.
 
 
#22 orso 2010-04-25 15:34
Scusate il disturbo ma come mai in 10 anni di Gentile non si è "mai lamentato" nessuno, in un anno chiedete la testa della Di Medio????
 
 
#21 magoblu 2010-04-24 21:12
x EVVAI
Scusa se ti ho cambiato nome è stata una svista, ma hai capito che parlavo con te.Quello che dici è una contraddizione: voti Arganese perchè non credi nella lista Santorsola, ma sai di avvantaggiare la Di Medio, ma nella risposta dici anche che tutti sapevano per quale motivo Arganese & Co sono scesi in campo. Allora ancora una volta ti dico che hai preso un'abbaglio!! Conosco personalmente Arganese e ti assicuro che la sua decisione è stata molto valutata non solo da lui,ma da tutta la sua famiglia e che un mancata nomina a revisore dei conti non poteva essere il motivo della sua discesa in campo. Credimi non ne ha bisogno!! E poi se lo conosci sai benissimo che persona è : nel suo lavoro non puoi tradire la fiducia delle persone, quello che diceva in campagna elettorale lo avrebbe fatto anche perchè è conosce bene la macchina burocratica e fiscale!! poi se fosse stata solo una ripicca si sarebbe alleato con Zullo per affondare Santorsola, ma le idee erano diverse!! Quindi Evvai fai un po' di chiarezza nel tuo credo politico perchè il votare in questo modo non porta buoni frutti!! Senza rancore!!p.s.Non abito nelle favole, mi chiamo come un libro x bambini, perchè credo che con loro il mondo possa cambiare!!
 
 
#20 Francesco Virgilio 2010-04-24 18:13
Questo intervento di Antelmi è davvero ingenuo; ha cercato di illustrare le mancanze della vecchia amministrazione e si è dimenticato di illustrare le azioni della SUA amministrazione. Finora mi pare che l'unica sia stata quella di aumentare la tariffa. Di miglioramento del servizio non se ne parla (almeno per quanto mi è noto) e sicuramente non si vede. 10 mesi (circa) di azione amministrativa avrebbero dovuto produrre qualche risultato, sia pur minimo.
In tutto questo discutere si notano tre assenze: l'assessore al ramo (non ricordo neanche il nome), Zullo, i pasdaran che attaccavano gli adesivi a forma di lampadina; sono scomparsi tutti, l'unico a cui bisognare dare atto di averci messo la faccia è proprio Antelmi.
Adesso vediamo se veramente convoca un dibattito pubblico sull'argomento.
Mi raccomando, non di martedì alle 9.30!!!!!
 
 
#19 Evvai! 2010-04-24 15:59
x magoblu. Il tuo nick è tutto un programma. Ti prego di lasciare il mondo delle favole e ricordare xchè Arganese e molti della sua lista (NON tutti) sono scesi in campo; anche quella era una questione che conoscevano pure le pietre, me compreso.
 
 
#18 Evvai! 2010-04-24 15:53
Ecco, bravo Antelmi, aspettiamo con ansia il comunicato stampa!
 
 
#17 F. Antelmi 2010-04-24 10:43
Sono pronto!!!
Franco Antelmi detto Ciccio.
 
 
#16 bellissima 2010-04-23 21:45
bravoooo e bello Antelmi...sarebbe opportuno forse proporre un'incontro PUBBLICO...senza consolarsi con articoli o comunicati stampa che in pochi leggono e forse in pochissimi capiscono...oltre alle storielle di Montalbano che forse seguito assiduamente dallo stesso Antelmi......Fate confronto con documenti alla mano ed invitate anche le controparti..Tradeco,Gentile,Zullo ecc.....bellissimo sarà...
 
 
#15 filmveri 2010-04-23 19:32
L'istrionico Ciccio (non votato da me), simpatico senz'altro ma non sa fare il politico, perchè dice la verità. Un politico non dice mai la verità, Ciccio la dice. Purtroppo ragà il film è vero, carta canta e villano dorme. Le carte della ditta Gentil&Sant sono lì in Comune basta saperle chiedere (per legge) e il cittadino contribuente si documenta.
Altro film visto quando Mussolini per convincere gli italiani che eravamo una potenza militare all'avanguardia e quindi potevamo affrontare adeguatamente l'entrata in guerra, fece sfilare le armate e gli armamenti per le principali città d'Italia, salvo a capire poi che erano sempre gli stessi armamenti. Così la ditta Gentil&Sant per dieci anni ha fatto sflilare il manifesto del buon governo che non aumenta le tasse al cittadino salvo poi a capire che i due non pagavano le bollette. Ma che furbacchioni questi due alla Gianni e Pinotto.
 
 
#14 un cassanese che pensa 2010-04-23 16:22
Piccolo ragionamento:
ho un accordo politico per avere un aumento sulla TARSU da parte della nuova amministrazione, cosa faccio?
Se mi viene dato senza troppi problemi si può sentire la puzza di bruciato, allora creo il disagio della raccolta a giorni alterni, non faccio la differenziata, faccio girare le scatole ai cassanesi così la scusa per coprire l'aumento c'è.
Il discorso fila!
 
 
#13 magoblu 2010-04-23 13:03
Caro Evviva se alle scorse comunali avessi veramente votato Arganese, e avessi capito il suo messaggio, non quello di far vincere la DIMedio, ora non saresti qui a lamentarti!! Questa squadra non ha esperti e non ha esperienza!! Nella squadra di Arganese c'erano ecologisti, fiscalisti, geologi ecc. ecc.Quindi adesso basta a dire cose inesatte!! La situazione è peggiorata con l'attuale amministrazione, ma il problema esisteva già!! Gentile-Santorsola in 10 anni hanno imparato a districare la matassa della burocrazia comunale e a muoversi facendo meno danni possibili e facendo trapelare solo quello che volevano!!! Sono stati guidati!! Quindi adesso dai un po' della tua esperienza ad Antelmi & Co.così la tua critica può diventare costruttiva e alleviare le pene di questo paese, che, come dici tu, hai contribuito a farli eleggere!!! Buon lavoro Evviva!!
 
 
#12 marcolino 2010-04-23 11:51
caro cittadino... ma pensi che l'amico antelmi nn veda il paese in che condizioni si trova... lo vedono eccome... il problema è che devono dare l'aumento ai loro amici xkè era nei patti. stabiliti già un anno fà....
 
 
#11 cittadino 2010-04-23 09:52
questa di cui si parla è una questione delicata...infatti è un servizio che a mio avviso viene effettuato in maniera pessima.Qualche anno fà alcune strade del paese venivano spazzate dagli operatori addetti, i cassonetti venivano periodicamente puliti ed anche lavati e sopratutto avveniva la disinfestazione...oggi tutto questo è solo un ricordo, ed io che abito nel centro storico ve lo posso garantire. sembra che per l'azienda appaltatrice il centro storico non faccia parte del contratto: le strade sempre sporche, i cassonetti che emanano sgradevoli odori e nei periodo più caldi inavsioni di insetti....e allora caro assessore senza utilizzare molte metafore dico che se l'attuale ditta che gestisce i rifiuti richiede il conguaglio forse sarebbe il caso prima che colui che la rappresenta si faccia un bel giro turistico nel Paese.....
 
 
#10 franco 2 2010-04-23 00:09
mi chiedo e vi chiedo: come mai,se la ditta ha queste ragioni su esposte,non ha mai chiesto all'amministrazione Gentile l'aumento dovuto?
Antelmi le tue ragioni esposte non convincono (...)Spero in consiglio nella presenza di Gentile che saprà dare le sue ragioni sull'argomento.
 
 
#9 poldo 2010-04-22 23:08
come la giri e la volti sono sempre i cittadini a pagare...
 
 
#8 Stufo 2010-04-22 19:51
Stando all'esempio di Montalbano i poliziotti dovrebbero essere veramente imbecilli! Poi non ho capito una cosa: "Non si può trovare un'altra ditta che magari faccia da concorrente a quella che oggi ha il monopolio, così innanzi a pressanti minaccie (Cito testualmente: O paghi o chiudiamo tutto) magari c'è anche una possibilità di scegliere?"
 
 
#7 Eraclio Mantegazziani 2010-04-22 18:12
Ok, andiamo per metafore.
Un cittadino paga la tassa sui rifiuti e fa la raccolta differenziata, ma dopo qialche anno viene a sapere che nonostante il suo senso civico, la raccolta differenziata nel suo Comune non decolla, anzi, rallenta.
Poi arriva in nostro Montalbano e ci dice che per lo stesso (dis)servizio, adesso pagheremo di più.
Bella.
 
 
#6 Evvai 2010-04-22 18:01
"Cassano non ha mai raggiunto il 35% di differenziata prevista dal contratto eppure mai il Comune ha fatto pagare la sanzione annuale alla ditta. Mai! Perché?”
Già xchè? Visto che questa storia la sapevano anche le pietre, gli "illuminati" amministratori hanno richiesto le sanzioni arretrate, nonche quelle attuali?
xchè in 1 anno non è stata presa nessuna inziativa seria per potenziare la differenziata?
Antelmi, con questo intervento ti sei dato la zappa sui piedi, non hai fatto altro che evidenziare i comportamenti della tua amministrazione.
La verità è che Zullo e soci hanno firmato una cambiale politica che oggi è stata portata all'incasso e i cittadini PAGANO; poveri noi, DALLA PADELLA ALLA BRACE.
Quando 1 anno fa ho votato Arganese, sapendo già che avrei contribuito alla elezione di Di Medio, ero convinto che mai avreste avuto il coraggio di aumentare le tasse, oggi mi pento molto amaramente.
 
 
#5 mikecamp 2010-04-22 17:33
La verità. Sempre a metà.
Perchè io cittadino PAGO un SERVIZIO che non mi è dato o è dato MALE.
Allora mi si spieghi perchè la raccolta differenziata non è fatta e quella poca che si fa viene conferita nella normale raccolta (esistono le prove fotografiche non facciamo finta di nulla!!!).
Mi si spieghi ­perchè la raccolta dei rifiuti solidi è fatta a giorni alterni dal momento che la raccolta differenziata è inesistente.
Mi si spieghi perchè in diverse zone del paese esistono mini discariche a cielo aperto di rifiuti ingombranti ed edilizi.
La Ditta è inadempiente, i dipendenti andrebbero “lavati di capa”, i cittadini FORMATI ed anche MULTATI.
La presa in giro continua: ieri Santorsola oggi Antelmi per non parlare di Zullo GRANDE assente in questa vicenda (non a caso).
Io dell’ISTAT me ne frego... voglio i FATTI.
 
 
#4 ops 2010-04-22 15:58
Vorrei fare una mia modesta osservazione, ma se la ditta ora reclama gli adeguamenti, il comune dovrebbe reclamare le sanzioni mai applicate, non penso siano andate già in prescrizione.
Si può capire se è ilcomune che deve ancora dare qualcosa ( nel qual casoè giusto darglielo) o è la ditta che deve dare il saldo???
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.